La foto del giorno – 20 marzo

Braccia rubate all’agricoltura? Giammai! harry zappaIl Duca di Sussex dimostra di essere da bosco e da riviera, e con gli alunni della scuola (cattolica) St, Vincent di Acton, West London, oggi ha piantato alcuni alberi. E perché tra tanti membri della royal family è andato proprio lui? Sarà forse quello che se la cava meglio con la zappa? Nulla di tutto ciò, Harry è stato coinvolto per il suo ruolo di Presidente del Queen’s Commonwealth Trust. L’iniziativa odierna è stata organizzata nell’ambito delle attività del Queen’s Commonwealth Canopy, un originale progetto dedicato alla conservazione delle foreste e del patrimonio boschivo che coinvolge tutte le 53 nazioni che fanno parte del Commonwealth.

Dimenticate le scarpine scamosciate da ballerino indossate dal nostro duca, sedetevi comodi e gustatevi il breve video con la regal zappata (anche se Lady Violet ha l’impressione che l’attrezzo brandito con tanta virile sicurezza sia una pala, ma va bene lo stesso). https://www.youtube.com/watch?v=2sMlN0lhBbw

Spring is coming!

Un battesimo per i Sussex

No, non stiamo parlando dei programmi per il battesimo di baby Sussex che ancora deve venire al mondo, né di un battesimo simbolico per la coppia, ma di una cerimonia vera e propria, quella per la piccola Lena Elizabeth Tindall, figlia di Zara Phillips e del marito ex rugbista Mike. La bimba è nata il 18 giugno scorso, è stata battezzata sabato nella chiesa medioevale di St. Nicholas, nelle Cotswold, e tra i padrini ha avuto zio Harry, cugino di mamma.

Occhi puntati sui futuri genitori, of course; lui un po’ ingrugnito come di recente appare spesso, col solito vestito blu e cravatta turchese bruttarella. Più sorridente del marito, lei indossa una mise interessante: un cappottino Dior, in seta pesante burgundy, dimenticabile borsetta rigida Victoria Beckham e il solito cappellino a goccia di Stephen Jones. Quel baschetto non mi fa impazzire e francamente ha un po’ stufato, sui capelli ormai evito ogni commento, ma il pardessous mi piace assai; è un pezzo vintage anni ’50, e dove lo avrà pescato la duchessa? Ovvio, da William Vintage, lo store tanto amato da Amal Clooney di cui abbiamo parlato anche ieri ( Royal chic shock e boh )! Ora io lo so che non tutti tra voi amano queste incursioni nel vintage ma io lo adoro, e questa sua affermazione fa tornare attuali molti capi di mia madre, alcuni dei quali mi entrano pure!

La presenza dei Sussex ha rubato un po’ l’attenzione alla mamma di Lena, Zara, con un cappotto così così ma arrampicata su un paio di tacchi di tutto rispetto; mentre la bella zia Autumn Phillips, con orrendo cappotto azzurro, si è presa cura delle bambine, le due figlie Savannah e Isla e la sorella maggiore della festeggiata, Mia (la più piccola delle tre). the queen lena tindallSfidando il brutto tempo e senza il consorte è arrivata Her Majesty, che invece non aveva partecipato al battesimo del pronipotino Louis. Très chic in tweed color crema, la sovrana porta come sempre un ombrello trasparente, che non nasconde il suo viso ai sudditi. Ne ha un gran numero, tutti di marca Fulton – un brand economico in vendita in ogni department store – col bordo di diversi colori, abbinabili a ciascuna elle sue mise; in questo caso è nero come gli accessori.

C’erano naturalmente i nonni della bimba: la principessa Anne con un bel cappotto di cammello e un cappello piumato cui il vento drizza le penne, e il suo primo marito e padre di Zara, il capitano Mark Phillips (che ha lasciato l’esercito da parecchio ma continua ad usare il titolo). Quando sposò la principessa – nel 1973, un anno dopo aver vinto l’oro olimpico a Monaco – era un giovanotto bello e aitante, come non si direbbe guardandolo oggi. Purtroppo il tempo è stato inclemente con lui, ma molto molto.

Cappotti, cappelli, borse e scarpe scompaiono scompaiono davanti alla bellezza di questa immagine, Mike e Lena, l’una tra le braccia dell’altro. mike tindall lenaPerché al mondo niente è come l’abbraccio di papà.

La foto del giorno – 4 marzo

Oggi il Duca di Sussex privo di relativa Duchessa è a Birmingham. Ha visitato il Queen Elizabeth Hospital dove ha incontrato medici e reduci impegnati in progetti di riabilitazione, è stato salutato entusiasticamente da infermiere scatenate e ha avuto un assaggio di ciò che lo attende quando il piccolo James, di cinque settimane, è scoppiato a piangere in braccio alla mamma (ve lo dico, non sapeva che fare. Meghan preparati!).

harry birmingham memorial

(Ph. Getty Images)

Il momento più toccante della giornata è stato senza dubbio l’inaugurazione del Sousse and Bardo Memorial dedicato alle vittime britanniche di due diversi attentati – al Museo del Bardo  in Tunisia di Tunisi e a un resort a Sousse – avvenuti in Tunisia nel 2015. Trentuno cittadini britannici morirono, e trentuno sono gli elementi metallici che compongono Infinite Wave, il monumento al centro del memoriale che sorge in un angolo del Cannon Hill Park. Harry ha deposto un’unica rosa bianca, e ha tenuto un breve discorso incoraggiando parenti e amici delle vittime ad affrontare il dolore del lutto parlandone, rendendolo pubblico piuttosto che tenerlo privato. È un argomento che i due fratelli non mancano mai di sottolineare; forse l’eredità più significativa lasciata loro dalla madre, questa capacità di entrare in empatia con gli altri mettendosi a nudo senza riserve e senza timori. Che testimonia anche di come il padre sia riuscito a sostenerli nel percorso di elaborazione della sofferenza, affrontando e superando a sua volta molti dei suoi limiti.

La foto del giorno

Dopo una giornata passata a incontrare studentesse e giovani donne – uno degli obiettivi del viaggio riguarda proprio la promozione dell’istruzione delle ragazze per consentirne l’emancipazione – in cui i duchi hanno preferito il casual (molto molto casual), per il ricevimento serale offerto dall’ambasciatore britannico Thomas Reilly Meghan scatena l’effetto wow. sussex marocco 2Il caftano Dior in seta avorio profilato d’argento è semplicemente mozzafiato; Dior anche la clutch mentre le scarpe silver silver TBC. E indovinata anche la scelta degli orecchini, che con le loro dimensioni contenute non sporcano la pulizia dell’abito (naturalmente intendiamoci sul significato di contenute, sono sempre diamanti per settemila sterline).

Perfetta, una delle mise migliori – se non la migliore – in nove mesi da duchessa. Anzi, vi dirò, visto che lei tanto non ricicla, e dopo il parto sicuramente recupererà la linea in un battito di ciglia e vorrà sottolinearlo, se il caftano volesse passarlo a Lady Violet noi qui non ci offenderemmo.

Breaking News – Atterrati!

Finalmente, dopo l’attesa dovuta al ritardo con cui il loro aereo della Royal Air Maroc aveva raggiunto Londra, è iniziato il viaggio dei Duchi di Sussex, che sono appena sbarcati a Casablanca, ricevuti dall’ambasciatore britannico Thomas Reilly e da sua moglie. sussex maroccoA domani con gli aggiornamenti!

Once you go white…

Se fossimo persone banali e amassimo le battute scontate diremmo che questa è la settimana in cui le nuore di Charles vanno in bianco, ma ovviamente non lo siamo e dunque evitiamo. Sta di fatto però che dopo l’exploit di Catherine ai BAFTA (non mi dite che ve lo siete perso, in caso correte qui A Royal Goddess ) anche Meghan ieri è arrivata in total white al Natural History Museum per The Wider Earth, una serata speciale per i 210 anni dalla nascita di Charles Darwin. meghan nhm 2Ve lo dico subito, a me il bianco in inverno piace moltissimo, in particolare se al cappotto si abbina un pullover a colto alto, e dunque la duchessa non poteva rendermi più felice. Confesso che invece non amo la tipologia di abiti che continua a indossare in questa fase della gravidanza: cadono male e segnano tanto, cosa che a me darebbe fastidio; però se lei è comoda e a suo agio va bene così. Questo è Calvin Klein, probabilmente adattato per lei partendo dal modello base presente nella collezione Resort 2019, che è molto aderente e lungo alla caviglia.

Il cappotto invece è Amanda Wakeley, già visto il 12 marzo dell’anno scorso nel primo impegno ufficiale con la Royal Family, il Commonwealth Service a Westminster Abbey. Avendo a suo tempo trovato bruttissimo quell’inserto in vita che chiude il cappottino creando un’impressionante serie di grinze e difetti, lo preferisco senz’altro aperto (mia opinione personale, da curvy: va bene che la magrezza è ormai un valore assoluto, ma se a una molto magra mettete qualcosa di molto dritto e stretto, rischia di sembrare un cerino). Meghan nhm 3Applausi a scena aperta per borsa e scarpe in camoscio oliva, tutto Ralph Lauren. La vera difficoltà nell’accessoriare il bianco è infatti trovare il colore giusto: meglio evitare nero e blu e orientarsi sui metallici (in estate e la sera), i colori brillanti o i neutri; ecco tra i neutri questa tonalità è perfetta.

Ora Lady Violet attende con ansia l’arrivo di Baby Sussex, e il momento in cui Harry indosserà qualcosa di diverso da sti vestitucci blu striminziti e cincischiati.

P.S. la pancia è a punta, mia madre avrebbe detto che è maschio.

 

Sussexes everywhere

Voi che fate tra due settimane, dal 23 al 25? Loro vanno in Marocco.

meghan pom pom

(Ph. Getty Images)

Sì, in Marocco. Ma mica in vacanza eh, per lavoro, o come si dice in questi casi at the request of Her Majesty’s government. 

Oltretutto si giocano un intero weekend, e pure la notte degli Oscar, che si tiene a Los Angeles domenica 24. Al ritorno finalmente un po’ di riposo? Macché, li attende il trasloco a Frogmore Cottage – che è sempre faticoso, anche se gli scatoloni te li fa qualcun altro – e poi finalmente nascerà la creatura.

A tal proposito, nell’ultima occasione pubblica (l’altro ieri  agli Endeavour Fund Awards, qui trovate il video della serata: Breaking News – I Duchi di Sussex in diretta ) la duchessa ha confermato di non conoscere il sesso del nascituro perché sia lei sia Harry vogliono godersi la sorpresa. Ne ha parlato però sempre al singolare e dunque, nonostante le dimensioni di quel bel pancione, non dovremmo aspettarci due gemelli (figuriamoci tre!). Certo, a meno che non siano i duchi a voler fare a noi una bella sorpresa…

Insomma, vada per il Marocco, ma poi date un po’di requie alla povera Meghan, please, sennò finisce che il pupetto ce lo fa in taxi!

Breaking News – I Duchi di Sussex in diretta

Questa sera Harry e Meghan parteciperanno agli Endeavour Fund Awards, in onore di tutti coloro che, dopo aver riportato ferite o mutilazioni in servizio, hanno compiuto il faticoso percorso di riabilitazione impegnandosi nello spost o accettando la sfida di imprese impegnative. sussexes endeavourCome sapete è un argomento che sta molto a cuore ai duchi, sempre in prima fila nel sostenere iniziative di questo genere. Se volete seguire la diretta, o semplicemente dare un’occhiata, seguite il link qui sotto. La trasmissione inizia alle 21.00 ora italiana. Buona visione!

La foto del giorno

Forse questa foto l’avete già vista, perché è stata riportata anche dalla nostra stampa, ma mi piacerebbe conoscere il vostro parere. meghan one25Ieri a Bristol i Duchi di Sussex hanno visitato, tra le altre, la sede dell’associazione One25, che fornisce sostegno e assistenza – all’occorrenza anche legale – alle sex worker, le prostitute che lavorano sulle strade della città. Mentre insieme con i volontari preparava dei sacchetti con cibo e bevande da distribuire alle assistite, Meghan ha avuto l’idea di scrivere frasi incoraggianti sulla buccia delle banane, ispirandosi a un progetto dedicato agli studenti in una scuola negli USA. Capisco sia una cosa piuttosto americana, un po’ da paladini del pensiero positivo, ma sarà l’età (mia), sarà la giornata faticosa, sarà la pioggia, l’idea che aprendo il sacchetto qualche ragazza possa leggere “sei speciale, coraggiosa, forte, amata” e sentire che c’è qualcuno che si interessa a lei mi ha intenerita. Mi devo preoccupare?

Harry dal canto suo, visitando un’altra organizzazione, la Empire Fighting Chance, si è trovato davanti un quindicenne che si è commosso mentre gli raccontava della perdita dei suoi genitori. Il principe ha allora chiesto a tutti di uscire ed è rimasto una decina di minuti faccia a faccia col ragazzo. E non ho dubbi che, vista la sua esperienza, abbia trovato le parole giuste per consolarlo.

La foto del giorno

Per fortuna che ci ha dato retta e si è messa un bel cappotto e gli stivali, perché oggi a Bristol nevica! La foto del giorno che ho scelto per voi però è una presa in interni, non è di grande qualità ma è quella dove si vede meglio l’abito Oscar de la Renta che la duchessa ha indossato sotto al cappotto. meghan bristol oscar de la rentaA me piace molto, e tra tutti i capi che Meghan ha deciso di indossare in gravidanza, evitando i classici prémaman, mi sembra la scelta più interessante. Un abito di tessuto leggero (tulle?) che ha ovviamente una fodera, probabilmente di maglina, molto comoda nelle sue condizioni. È un trend che si è affermato già da qualche stagione, ma ciò che qui fa la differenza è la stampa, favolosa! La mise intera la vedete nei video postati in fondo: bello il cappotto – peccato per il tulle del vestito che spunta dall’orlo! – belli gli stivali in uno scicchissimo verde oliva (Sarah Flint) in suede come i guanti, con clutch più o meno abbinata. Però Your Royal Highness stia attenta, che con la neve il camoscio si infradicia, e poi è buono per la pattumiera dell’indifferenziata.

Esaurito l’aspetto fashion, un paio di aggiornamenti di cronaca. Sembra ufficiale che la coppia si trasferirà a Frogmore Cottage in marzo, in tempo per aspettare senza ulteriori pressioni la nascita dell’erede. Nascita che, nonostante le dimensioni del pancione facciano dubitare alcuni malfidati tipo Lady Violet, è prevista in aprile. E proprio per aprile giunge la notizia che tutto il personale che lavora alla Lindo Wing – l’ala solventi del St.Mary Hospital dove Catherine, e Diana prima di lei, hanno dato alla luce i propri pupetti – sia stato invitato a non prendere ferie. Vorrà dire qualcosa? Di sicuro ci aspettano mesi intriganti, intanto godetevi le immagini da Bristol, con i piccoli di una scuola materna che festeggiano l’arrivo dei duchi.