Royal chic shock e boh – Royal wedding edition (parte prima)

Il 29 aprile HRH Prince William of Wales e Miss Catherine Elizabeth Middleton diventano TRH The Duke and Duchess of Cambridge; Lady Violet (in questo tripudio di titoli piazziamoci almeno una Lady), accogliendo la gentile richiesta di una lettrice, ha deciso di celebrare l’evento così, con la vostra rubrica preferita – se continua il lockdown chissà quando potremo riprenderla – e una bella rassegna delle mise delle invitate.

Partendo dal pre wedding party offerto dalla Regina alle teste coronate arrivate a Londra per assistere al matrimonio. Il party, dove brilla l’assenza degli sposi, si svolge la sera del 28 aprile nello scicchissimo Mandarin Oriental Hotel a Knightsbridge, poco lontano da Harrod’s (e proprio di fronte a Harvey Nichols, se vogliamo continuare con i department store più cool).

Le Regine cambridges wedding the queenCon la felicità che le si legge negli occhi, nella doppia veste di nonna dello dello sposo e padrona di casa, HM The Queen è in azzurro fiordaliso, a ramages oro chiaro di incerte forma e distribuzione, più drappeggio sul davanti che rivela la regal biancheria, e questo non è bello. Non mi entusiasma neppure la borsa dorata a doppio manico, però è interessante vederla con una demi parure in oro invece delle classiche perle. I beg your pardon Ma’am, boh.

cambridges wedding margrethe

Margrethe di Danimarca arriva da sola; i principi ereditari restano a Copenaghen con i gemelli nati da appena tre mesi (e i due bambini più grandi). Abito color block che fa l’effetto tshirt su gonnellone; l’accostamento cioccolato-glicine è interessante, ma l’insieme non mi convince. Orrenda la borsetta dorata, ma mozzafiato la coppia di brooches a sottolineare lo scollo quadrato. Insomma, boh. cambridges wedding sofiaSofía di Spagna è invece in compagnia dei principi ereditari Felipe e Letizia. Per lei un abbondante abito della fida Margarita Nuez in taffetà color bronzo doppiato in tulle, con corpino e maniche in pizzo che si intravvedono sotto la cappa in due tonalità di beige, cui è stata aggiunta una sciarpa color acquamarina, dovesse fare freddo. L’effetto finale è quello di una poltrona con un paio di plaid sopra. Shock. cambridges wedding maria teresaNon esattamente una regina, ma comunque consorte di un sovrano – che è sempre un accessorio  piuttosto decorativo – Maria Teresa del Lussemburgo è donna che non ha timore di osare, nemmeno il rosso sul red carpet. E fa bene, questo Saint Laurent è una delle sue migliori mise di sempre. Ulteriore tocco royal la clutch dorata appartenuta alla suocera Joséphine Charlotte, nata principessa del Begio. Chic.

Le principesse ereditarie

La Duchessa di Cornovaglia, negli scomodi pani di matrigna dello sposo, indossa un elegante abito in pizzo blu notte, che le sta benissimo. Però. Però è l’unica in corto, un po’ inopportunamente. Il dress code non era chiaro? La sua femme de chambre ha bruciato quello lungo col ferro da stiro? Camilla ci ha rovesciato dello sherry? Boh. In compenso nella foto a sinistra potete incontrare la party planner: è la bella signora dai capelli rossi e l’abito verde scuro, Lady Elizabeth Shakerley, nata a Windsor Castle da una cugina materna della Regina, Anne Bowes-Lyon (che in seconde nozze sposò un principe di Danimarca, ma questa è un’altra storia). cambridges wedding letiziaAl contrario di Camilla Letizia, all’epoca ancora Principessa delle Asturie, sfoggia un abito da gran sera di Felipe Varela in mussola di seta e tulle di un bellissimo grigio lavanda, ricamato a tralci di vite, rose e viole. È vero, l’abito è eccessivo per l’occasione,  braccia e spalle un po’ troppo ossute, ma questa è una delle mise di Letizia che preferisco in assoluto, che lei astutamente ricicla. Chic. cambridges wedding mathildeMathilde dei Belgi, all’epoca Duchessa di Brabante ama l’arancio, lo indossa spesso e ha ragione, le sta benissimo. In questo caso però il modello dell’abito non la valorizza – molti commentarono che sembrava incinta – eccessivo il drappeggio, incerta la lunghezza. E poi quei piedini al’indentro… insomma, boh. cambridges wedding victoriaVictoria di Svezia è la Principessa Ereditaria-in-chief, perché è l’unica del gruppo a diventare regina titolare e non consorte, portando con sé sul trono l’adorato Daniel. Qui è sposata da soli dieci mesi, ancora in luna miele – ma in fondo lo è anche adesso, innamorata come il primo giorno – l’abito rosso Escada con doppio nodo in posizioni strategiche ne sottolinea la bella linea (sposare il proprio personal trainer ha i suoi vantaggi). Non sarà una mise leggendaria ma la fanciulla è così bella e felice che è un piacere guardarla, ed è in grado di offuscare tutto il resto, anche il tremendo smoking del marito, che sbaglia pure il papillon. Chic, ma solo lei. cambridges wedding marie chantalBanale il giusto Marie Chantal, moglie del diadoco e dunque principessa ereditaria del non più esistente regno di Grecia, in abito beige rosato, firmato Vuitton come la clutch. Brutto il corpino con un incrocio drappeggiato, ulteriormente penalizzato dall’esiguità del décolleté, imperdonabile il segno chiaro del costume. Darling, mica sei a Mykonos. E stai attenta che Pavlos ti pesta lo strascico. Shock.

Le altre cambridges wedding sophieRosso anche per la Contessa di Wessex, zia dello sposo, imbustata in un rigido abito di Bruce Oldfield che pare un cono di plastica, di quelli che sulle strade delimitano il restringimento di corsia (sembra si chiami “cinesino”, fonte La Settimana Enigmistica). Al vertice, una sorta di origami (che però è giapponese) a tre strati, che per di più evidenza il ciccetto dell’ascella. Anche Sophie mi cade sul segno del costume, neanche fosse la grigliata di ferragosto. Favoloso il collier, ma avrebbe meritato ben altro habitat Shock.

cambridges wedding beatrice

Le principesse York, cugine dello sposo alla prima uscita davvero importante della loro vita, non indovinano proprio tutto: Beatrice arriva al party prenuziale indossando lo Zaza Dress della stilista australiana Rachel Gilbert, la quale recidivamente continua a proporlo in collezione. Diciamo che la principessa, che ama sperimentare, ha deciso di partire dalla gavetta, ma mi chiedo come sia entrata in quest’orgia di zigzag  strassati; con un calzascarpe? E Bea, almeno il braccialetto a boule sfaccettate lo potevi lasciare sul comò. Shock. cambridges wedding eugenieLa riscatta la sorella minore Eugenie, in nero Vivienne Westwood che le sta d’incanto, esaltando la sua linea a clessidra; un modello vagamente gothic che a una ragazza di soli 21 anni è senz’altro consentito, anche in una occasione del genere. Per me, una delle più chic. cambridges wedding tatianaLa bellissima Tatiana Blatnik è da pochi mesi principessa di Grecia, avendo sposato Nicholaos, il terzogenito degli ex sovrani Costantino e Anne-Marie. Per lei Giorgio Armani allunga un abito couture pensato per arrivare sopra la caviglia, in uno splendido punto di blu. Anche la clutch fatta a fiocco stilizzato è di Re Giorgio, che se avesse visto quell’orchidea piazzata in testa l’avrebbe disintegrata con lo sguardo, ma tant’è. Comunque chic. cambridges wedding charleneAlla fine arriva lei – se non ricordo male arrivarono davvero in ritardo, e Albert attribuì la colpa al parrucchiere – Miss Charlene Wittstock è l’unica del gruppo priva di titolo, che acquisirà sposando il Principe di Monaco nove settimane più tardi. Tutti si aspettano di vederla in Armani, che l’aveva già vestita in precedenza e le stava realizzando l’abito da sposa, invece lei sceglie il primo di una lunga serie di Akris, maison svizzera che non è certo all’altezza di Re Giorgio (d’altronde chi lo è?). Un abito in seta dupioni, con  quell’effetto lucido che trovo un po’ cheap, arricchito da petali tagliati al laser, in organza come la stola. Lei all’epoca era davvero bella, e come avrebbe detto mia madre “nell’insieme fa la sua figura” ma per me resta un mistero come si possa preferire ad Armani questa roba. Boh.

(Ph Getty Images)

Stay tuned per la seconda parte, con le mise indossate dalle ospiti alla cerimonia.

Il post sull’abito della sposa lo trovate qui  Due compleanni, un anniversario e un’onorificenza tutta nuova

 

Le foto del giorno – Willem-Alexander fa 53

Ennesimo compleanno reale del mese, ed ennesimo festeggiamento annullato a causa dell’emergenza in corso. Willem-Alexander, Re dei Paesi Bassi, compie oggi 53 anni, e il dispiacere della mancata celebrazione lo divide con tutti i suoi cittadini, dato che dal 2014 oggi è il Koningsdag, il giorno del re, festa nazionale. IMG_20200427_191903Una festa nata alla fine dell’Ottocento quando la bisnonna del sovrano, Wilhelmina, era solo una bambina ma anche l’unica figlia del re. Quando toccò a lei sedere sul trono, quella che era nata come una festa dedicata ai più piccoli divenne il giorno in cui tutta la nazione si univa nel fare gli auguri alla regina, e tale rimase con le due sovrane che le successero, Juliana e Beatrix, nonna e madre di Willem-Alexander. La data originaria – il 31 agosto, compleanno di Wilhelmina – fu anticipata al 30 aprile, compleanno di Juliana, e mantenuta anche durante il regno di Beatrix, nata in gennaio, mese che mal si presta a festa di piazza. È il giorno dell’orgoglio Orange, pieno di musica, allegria e mercatini, che per una volta non hanno bisogno di autorizzazione. IMG_20200427_191137Il sovrano solitamente celebra visitando una o due città, invece quest’anno Willem-Alexander è stato costretto a rimanere a casa, ma non gli sarà dispiaciuto troppo, contornato com’è dalle quattro donne della sua vita, belle bionde (una in effetti è rossa) colorate e molto, molto alte. Dunque festa a casa, il Paleis Huis ten Bosch a L’Aja, con gli inevitabili auguri via zoom. IMG_20200427_191059Il festeggiamento domestico ci dà l’occasione di sbirciare nel palazzo, ristrutturato lo scorso anno, i cui interni sono senza dubbio sbalorditivi – qualunque senso vogliate dare all’aggettivo – costati un’altrettanto sbalorditiva cifra: 63 milioni di euro. IMG_20200427_191539Una magione che Lady Violet invidia senz’altro meno di quel glicine.

PS fatemi sapere se in questi giorni di forzata inattività vi farebbe piacere dare un’occhiata al palazzo e al suo restauro.

La foto del giorno – 10 anni di Eugenie&Jack

Eugenie di York ha postato questa foto sul suo profilo Instagram per celebrare i dieci anni dell’amore che la lega a Jack Brooksbank, chiedendo a chi oggi festeggia un anniversario di inviare le proprie foto, per realizzare una story comunitaria; quest’anno va proprio di moda partecipare di persona ai festeggiamenti royal! (Breaking News – Lady Violet sul Daily Mail! ma non preoccupatevi, questa volta non ho partecipato). princess-eugenie-anniversary-zEugenie e Jack, sposati dal 12 ottobre 2018, si sono conosciuti dieci anni fa a Verbier, località sciistica sulle Alpi Svizzere molto amata dai royals, dove gli York possiedono un sontuoso chalet. Un amore a prima vista che dura da dieci anni, come veri principi delle favole.

E a proposito di favole, ieri Eugenie ha letto il suo libro preferito da bambina, seduta sulla sua altalena nel parco della casa di famiglia, il Royal Lodge a Windsor. La lettura si inserisce in un progetto della madre della principessa, la vulcanica Sarah, per intrattenere i più piccoli in questi giorni di quarantena. Assolutamente deliziosa https://youtu.be/-Zx7etrDAvU

Louis, a colori o bianco e nero?

In aggiunta alle quattro pubblicate (Le foto del giorno – Happy birthday Louis!) ecco un’altra deliziosa foto di Gigetto, che svela l’arcano di cosa abbia fatto dopo aver dipinto l’arcobaleno con le mani: le pitture di guerra! IMG_20200423_130653E dopo l’allegria arrivano gli occhi a cuoricino, col piccolo festeggiato affettuosamente abbracciato al nonno, nella dolcissima immagine postata dai Galles. IMG_20200423_131155Presa probabilmente nel giardino di una delle residenze reali, data l’informalita di nonno Charles, in camicia a maniche corte (con piegatura in bella vista) e cintura in stile etnico. Una fotografia che al Principe di Galles dev’essere molto cara, infatti la tiene esposta nel salottino di Birkhall che abbiamo visto quando venti giorni fa ha virtualmente inaugurato il Nightingale Hospital. charles-in-his-office--z(è sul pianoforte, proprio dietro la testa del principe, seconda da destra).

Guardando questi due, confesso, non ho potuto fare a meno di pensare a un altro nipotino di Charles, il più piccolo. Archie, che compirà un anno il 6 maggio e per ora non si gode la tenerezza del nonno né i giochi coi cuginetti; non sono fatti miei ma mi fa tristezza lo stesso.

Le foto del giorno – Happy birthday Louis!

Il 23 aprile è la festa di San Giorgio, patrono d’Inghilterra; il 23 aprile (del 1564) è nato William Shakespeare, il più importante autore britannico, che nella stessa data è morto 52 anni dopo, nel 1616. Un giorno prima era morto in Spagna il principale scrittore iberico, Miguel de Cervantes, e in suo onore oggi viene celebrato el Día Mundial del Idioma Español. IMG_20200423_000752Poi c’è lui, che oggi compie due anni. Non sa ancora scrivere, però sa fare dei bellissimi arcobaleni che in questi giorni, si sa, sono assai graditi e direi necessari.

Brunetto come nonno Michael (Middleton), elegante come nonno Charles – con deliziosa ma poco patriottica camicia a quadretti di Vichy – scanzonato come (bis)nonno Philip, ha pure un bel ciuffo che direi non ha ereditato da babbo William. Speriamo che a lui duri anche dopo l’adolescenza… IMG_20200423_000743Irresistibile, deve avere un caratterino!

(com’è ormai tradizione, l’autrice delle foto è mamma Catherine, che è brew a a fare i pupo e a ritirarli).

Breaking News – Lady Violet sul Daily Mail!

Come sapete oggi è il compleanno di Her Majesty The Queen, che trascorre la giornata a Windsor, col marito Philip, la fida Angela Kelly, e uno staff ristretto. queen-1A causa del lockdown gli auguri di tutta la famiglia sono arrivati via zoom, e i cuochi di Palazzo hanno pubblicato una ricetta per i cupcakes, che l’account twitter ha rilanciato chiedendo agli utenti di postare un omaggio dolce per Sua Maestà. Lady Violet ha postato la foto (scattata nella sua propria cucina) di questi cupcakes, che insomma, trovarne di più adatti è difficile. (Non li ho fatti io eh, si tratta di un regalo).FB_IMG_1586968702299In serata è arrivata la sorpresa: i cupcakes violet di Lady Violet che riprendono un famoso cappello violet della sovrana sono sul popolarissimo Daily Mail!Screenshot_20200421_205110_com.android.chromeInsomma, il compleanno, è della Regina, ma il regalo l’ho avuto io!

Qui trovate l’articolo https://www.dailymail.co.uk/femail/article-8241271/Cupcakes-fit-Queen-Royal-pastry-chefs-release-chocolate-cupcake-recipe.html

Questo post è dedicato a Marisa, senza la quale nulla di questo sarebbe mai accaduto.

 

UK-LA News

Alla vigilia del compleanno di Her Majesty, il marito Duca di Edimburgo, che sta trascorrendo il lockdown a Windsor con lei, ha diffuso una dichiarazione in cui ringrazia tutti coloro che sono al lavoro per combattere il Covid-19. Nessuna attività è dimenticata: da quelle mediche alle infermieristiche, dalla ricerca universitaria alle infrastrutture: chi assicura il cibo in tavola, corrieri, addetti alle pulizie, tutti accomunati nello sforzo dell’emergenza.

Lui in effetti non si è visto, ma si spera che questa mossa contribuisca a fugare i rumors sulla sua scomparsa. Philip è vivo e lotta con noi!

Pure il Principe di Galles sta osservando il lockdown in compagnia della moglie, ma in Scozia – nella residenza di Birkhall – e sembra si sia specializzando nell’inaugurazione di ospedali a distanza. Oggi è toccato al Ysbyty Calon Y Ddraig,  cioè l’ospedale cardiologico di Cardiff, capitale del Galles, il Dragon’s Heart Hospital. La pronuncia delle parole in gaelico è molto musicale, per certi versi simile al francese, ma mi sento di consigliare a HRH un migliore controllo sulle luci, dato che in questi video spesso appare singolarmente rosso in viso; altrimenti si finirà per pensare che più che coronavirus la sua sia scarlattina. https://www.facebook.com/TheBritishMonarchy/videos/2516725608427137/

Da Los Angeles arrivano notizie anche dai Duchi di Sussex, ma il Covid-19 stavolta non c’entra. Harry e Meghan hanno annunciato che non intendono avere più alcun rapporto con i quattro tabloid più popolari: Daily Mail, Daily Mirror, Sun, Daily Express. Sono quattro dei sette giornali che fanno parte della Royal Rota, cioè le sette testate – ci sono anche il Times, l’Evening Standard e il Telegraph – che hanno un canale preferenziale nella comunicazione della Royal Family, con l’impegno di rendere accessibili contenuti e immagini a tutti gli altri media. I duchi avevano anticipato questa loro decisione già a gennaio, rendendo nota l’intenzione di abbandonare il ruolo di senior royal; probabilmente l’imminenza della causa contro il Daily Mail, accusato di aver pubblicato una lettera della duchessa al padre, ha spinto al taglio definitivo. E speriamo che sia la scelta giusta, per loro e per gli altri (compresi noi, che Lady Violet ha poca voglia di assistere a una guerra Sussex-media).

La foto del giorno – Figaro qua Figaro là

Alla faccia nostra, ed evidentemente inconsapevole del dramma tricologico in cui si dibatte mezza Europa, il Principe Ereditario di Danimarca che fa? Va dal barbiere! E non contento posta pure sui social le foto del dopo e del prima.

Frederik, non so come dirtelo, ma preferisco di molto la versione bello dannato&scapigliato a quella tutta pettinatina stile maestro Perboni del libro Cuore.

Intanto abbiamo scoperto due cose: in Danimarca è finita la fase 1 nella gestione al Covid-19, ed evidentemente i barbieri non sono chiusi il lunedì.

Mentre lui si tagliava i capelli, sua moglie Mary, che ha il patronage dell’ufficio Regionale per l’Europa dell’OMS, ha rilasciato una dichiarazione per la Settimana Europea dell’Immunizzazione che inizia oggi – data che cade veramente all’uopo – sottolineando l’importanza delle vaccinazioni e sperando che presto anche il Covid-19 possa essere affrontato con quest’arma.

Insomma, a Copenaghen business as usual, more or less. Noi però non diciamo niente al Presidente Mattarella, la cui candida chioma deve ancora resistere indomita.

La foto del giorno – Blue velvet

Lady Violet confessa, una delle cose che a lei manca di più scrivere – e spero a voi leggere – è la rubrica domenicale Royal chic shock e boh ma qui non esce più nessuno! Dunque armiamociq di pazienza in attesa di tempi migliori che senz’altro arriveranno, ricchi di favolosi cappelli e mise fantasmagoriche. Ora bisogna accontentarsi di ciò che passa il convento, e oggi il convento passa la Duchessa di Cornovaglia, che continua a rispettare il lockdown nella residenza scozzese di Birkhall in compagnia del marito risanato. camilla in velvet trousersPer ringraziare i giovani musicisti della National Youth Orchestra – di cui è patronessa – che hanno eseguito l’Inno alla Gioia in onore del personale sanitario in lotta contro il Covid-19, Camilla si è fatta ritrarre con mirabile autoironia mentre suona il triangolo (tipo me alle medie). Ma vi prego di notare il suo outfit casalingo: altro che tutona e ricrescita: Camilla dà una lezione di domestico stile indossando un paio di pantaloni di velluto blu dal taglio perfetto, pullover nella stessa identica nuance col tocco inatteso dei dettagli fluo, più classica camicia maschile e i mocassini con nappine tanto amati dal marito, con quel giusto grado di usura che fa tanto aristocrazia inglese e old money. E oggi ci avoleva proprio.

See you soon

Alla fine la notizia che ci spettavamo è arrivata: niente nozze il 29 maggio per Beatrice di York e Edoardo Mapelli Mozzi. beatrice-york-edoardo-mapelli-mozziNon c’è stato comunicato ufficiale, ma fonti vicine alla coppia hanno confermato il rinvio della cerimonia.

Per ora non si parla di nuove date, ma sicuramente passata l’emergenza un bel royal wedding sarebbe il modo migliore per girare pagina e ricominciare. Insomma, il matrimonio di Bea rischia di assumere un valore simbolico, quasi come quello della nonna che nel 1947 chiuse la parentesi tragica della guerra e aprendo a una nuova speranza.

Dunque per ora riponete il cappello. Anzi no, in fondo è il modo più elegante di mimetizzzare la ricrescita.