Corone e coronavirus

Tutti i sovrani e le famiglie reali d’Europa stanno fronteggiando la crisi causata dal coronavirus; primo tra tutti il Principe di Monaco, che è risultato positivo al test e ora è in quarantena ( Breaking News! ). Gli eredi al trono danesi hanno riportato in patria i quattro figli – che si erano trasferiti per dodici settimane a studiare in una scuola in Svizzera – per essere tutti vicini alla popolazione, e anche Elisabeth, Duchessa di Brabante, che studiava in Galles è rientrata in Belgio. I sovrani olandesi e le loro figlie si sono affacciati a un balcone di Palazzo per applaudire medici e infermieri in prima fila contro la pandemia (in calce il link al video). Il re Felipe ieri ha rivolto un discorso agli Spagnoli (piuttosto criticato in verità, per il richiamo all’unità non troppo gradito dai separatisti baschi e catalani, e per non aver sequestrato i 100 milioni – omaggio saudita al Re Emerito, prudentemente allocato su conto estero – che Felipe ha già dichiarato di non volere ereditare, quando sarà.

Oggi, dopo essere arrivata a Windsor con una settimana d’anticipo sul previsto, e  raggiunta dal marito proveniente da Sandringham, ha parlato anche The Queen. Per lei nessun video, ma un sobrio comunicato in cui annuncia qualche cambiamento nella routine, invita all’unità e al rispetto delle direttive, e ringrazia tutti coloro che combattono la pandemia. Intanto la visita degli Imperatori del Giappone nel Regno Unito è rinviata a data da destinarsi. La situazione britannica è particolarmente interessante, perché Sua Maestà, essendo nella categoria più a rischio, non può esporsi più di tanto, ma anche il Principe di Galles, ultrasettantenne, potrebbe scomparire per un po’ (sempre che non sia già in quarantena, perché se non ricordo male dovrebbe aver incontrato Albert de Monaco nei giorni scorsi). Se così fosse, rappresentare la Corona a Londra toccherebbe a William, magari col sostegno del fratello, richiamato in patria dal Canada (è l’ipotesi del Daily Mail). Harry dal canto suo ha diffuso un video in cui annuncia che gli Invictus Games, previsti per la seconda settimana di maggio a L’Aja, sono stati rinviati all’anno prossimo. British Champions Day At Ascot RacecourseE a proposito di rinvii, che fine faranno le nozze di Beatrice? Si terranno lo stesso il 29 maggio, anche se il ricevimento nei giardini di Buckingham Palace è stato annullato? L’ultima voce è che le regole adottate dalla Chiesa d’Inghilterra prevedano che i matrimoni siano celebrati alla presenza dei soli sposi e di una coppia di testimoni. Più intimo di così!

Qui trovate i sovrani olandesi scatenati al balcone https://twitter.com/i/status/1239994670886895616

Breaking News!

Dall’aggravarsi della crisi da Covid-19 alla dichiarazione della pandemia, c’è una domanda che ogni royal watcher si pone: che fine faranno le nozze di Beatrice di York con Edoardo Mapelli Mozzi? Saranno confermate? Saranno rinviate? princess-beatrice-edoardo-mapelli-mozzi-tOggi arriva la prima notizia in merito: il royal wedding – per ora – è confermato, ma il ricevimento previsto dopo la cerimonia nei giardini di Buckingham Palace è stato annullato (come del resto è accaduto per i tradizionali garden parties, rinviati all’anno prossimo).

La coppia ha dichiarato che non vede l’ora di sposarsi, ma non vuol far correre rischi inutili ai propri ospiti, soprattutto i più anziani, come i nonni di lei. Il rito nuziale dovrebbe essere celebrato venerdì 29 maggio nella Chapel Royal di St James’s Palace, e se davvero si terrà, si preannuncia come un privatissimo affare di famiglia.

 

La foto del giorno – 29 febbraio

Oggi parliamo di quel fagottino nel marsupio, abbracciato al papà. edo&wolfieSi chiama Christopher – detto Wolfie – quest’anno compie quattro anni  e sembra che tra tre mesi esatti avrà un ruolo da protagonista in una giornata che Lady Violet e tutte le persone accomodate sul suo sofà attendono con affettuosa curiosità.

Ma andiamo con ordine. Il giovane padre nella foto è ovviamente il fidanzato dell’anno, Edoardo Mapelli Mozzi, che pur discendendo da una nobile famiglia bergamasca è nato a Londra e vissuto sempre nel Regno Unito. Suo padre Alessandro, un passato da sciatore olimpico, ha la doppia cittadinanza; la madre Nikki è inglese e dopo il divorzio dal padre di Edo sposò Christopher Shale, personalità di spicco tra i Tories e collaboratore dell’ex Premier David Cameron. Edoardo e sua sorella Natalia sono cresciuti con lui, morto tragicamente nel 2011, ed è possibile che il piccolino porti il suo nome per ricordarlo. La madre del bimbo è l’architetto Dara Huang, americana di origine taiwanese, con cui Edo ha avuto una lunga relazione prima di Beatrice, e vedremo se sarà invitata anche lei al royal wedding di maggio, dove – ed è la notizia di oggi – dovremmo vedere Wolfie nell’impegnativo ruolo di best man.

Che noi tendiamo ad assimilare a quello del testimone – confesso, l’ho fatto anch’io – ma ha invece discrete differenze. Una è sostanziale: il primo impegno del testimone è evidentemente (e anche legalmente) testimoniare la volontà degli sposi di contrarre matrimonio. Aneddoto familiare: mio padre, in vita sua almeno un centinaio di volte testimone di nozze (non scherzo), in un’occasione fu chiamato a testimoniare in un tribunale della Sacra Rota che uno dei due sposi aveva esitato prima di rispondere, circostanza che evidentemente  consentiva l’annullamento. Ecco, il best man nei matrimoni inglesi di solito (ma non sempre) firma anche il registro di matrimonio – spesso insieme con altri familiari degli sposi, a partire dai genitori –  ma il suo ruolo principale è quello di assistente dello sposo: lo scorta all’altare, consegna le fedi al momento della celebrazione, tiene il famoso discorso durante il ricevimento, è fondamentale in tutta l’organizzazione (oltre ad occuparsi dell’addio al celibato). Ora, escluderei che Wolfie firmerà il registro, perché a) non essendo maggiorenne non avrebbe valore legale e b) probabilmente non sa ancora scrivere; ho qualche dubbio sul discorso. E pure su un addio al celibato “classico”, con alcool e stripteaseuse. Ma sicuramente porterà le fedi, e definirlo best man vuol dire dargli un ruolo speciale e distinto da quello di paggetti e damigelle. 

E vuol dire che Beatrice è pronta ad accogliere il bambino come fosse suo figlio: un tassello importante, e non traumatico, nel processo di modernizzazione della Royal Family.

Bertil e Lilian, omnia vincit amor

Qual è la vostra royal love story preferita? Edward&Wallis, l’amore che valeva un trono? Philip&Elizabeth, insieme da 80 anni? Daniel&Victoria, la principessa che sposa Cenerentolo? Stefano&Caroline, quando l’amore diventa tragedia?

Qualunque sia la vostra, oggi vi racconto la mia.bertil & lilianQuesta storia comincia a Londra nell’agosto del 1943. Lei si chiama Lillian; negli anni ’30 ha lasciato la natia Swansea, nel Galles meridionale, alla volta della capitale, dove inizia una carriera di modella che la porta fin sulle pagine di Vogue. princess lilian of swedenPerde una nel nome e guadagna un marito, l’attore scozzese Ivan Craig, che però parte per la guerra subito dopo le nozze. Lilian giovane sposa va a lavorare in fabbrica per contribuire come può allo sforzo bellico, e la sera frequenta la Londra che cerca di resistere all’orrore; è qui che a un party – secondo alcuni proprio quello per festeggiare il suo ventottesimo compleanno – lei conosce lui, Bertil. Che è un ufficiale della Reale Marina svedese, ha trentun anni, ed è attaché navale dell’ambasciata del suo Paese nella capitale britannica. prince bertilAnche se indossa l’uniforme, è abbastanza poco uniforme alle altre migliaia di ufficiali in circolazione: il suo nome completo è Bertil Gustaf Oskar Carl Eugén, Principe di Svezia, Duca di Halland. Suo nonno Gustav V siede sul trono, la sua bisnonna materna era Queen Victoria, di cui la famiglia di Lilian – che di blu ha solo i bellissimi occhi – era modesta suddita. È  il colpo di fulmine, ma potrebbe essere uno di quegli amori di guerra, che finiscono quando scoppia la pace. bertil & lilian 40sIl loro non finisce, ma devono aspettare; nel 1945 lei ottiene il divorzio, ed è solo il primo degli ostacoli superati, perché alla corte di Svezia le consorti plebee non sono gradite. Bertil è il quarto dei cinque figli del principe ereditario Gustav Adolf e della sua prima moglie Margaret di Connaught. Dei suoi fratelli, il secondogenito Sigvard è già fuori dalla successione per aver sposato la figlia di un industriale tedesco (negli anni si sposerà altre due volte e diventerà un famoso designer), Ingrid ha sposato nel 1935 il Principe Ereditario Frederik di Danimarca – sono i genitori di Margrethe II e delle sue sorelle – il minore Carl Johan sta per seguire le orme di Sigvard, sposando a New York una giornalista. La successione è assicurata dal primogenito Carl Gustav, secondo dopo il padre; è sposato con Sibylla von Sachsen-Coburg und Gotha ma non ha ancora un figlio maschio, “solo” quattro femmine, il che fa di Bertil il terzo nella successione. Finalmente il 30 aprile 1946 arriva il principino, ma pochi mesi dopo la tragedia si abbatte sulla corte: il giovane Carl Gustav muore in un incidente aereo. Le responsabilità di Bertil aumentano, potrebbe essere chiamato ad agire da reggente per il nipotino, e un eventuale matrimonio con Lilian – cui il re proibisce di mettere piede in Svezia – è fuori questione, bisogna aspettare.

Il vecchio sovrano muore il 29 ottobre 1950, ora la Svezia ha un re, Gustav VI Adolf di 68 anni, e un principe ereditario di quattro. bertil & lilian 2Bertil e Lilian devono anteporre la sicurezza del trono alla loro felicità, devono aspettare. Dopo qualche anno finalmente possono stare insieme, in Svezia, e vanno a vivere a Villa Solbacken; una convivenza discreta, lui ufficialmente è single, all’occorrenza rappresenta il Paese e la Corona, e di tanto in tanto il suo nome viene avvicinato a quello di aristocratiche fanciulle quali papabili consorti. Che stillicidio dev’essere stato per lei, far finta di niente e aspettare. Ventidue anni aspettano, finché nel 1972 Lilian viene invitata a corte, alla festa per il 90 anni del re. princess lilian laurel tiaraPer la prima volta sul suo capo brilla la Laurel Wreath Tiara, un gioiello di Boucheron che Bertil ha ereditato dalla madre, che Lilian ha lasciato alla futura regina Victoria. È il riconoscimento del suo ruolo accanto al principe, è la dimostrazione di quanto questa donna discreta ed elegante abbia saputo farsi apprezzare dal sovrano e dalla famiglia reale (forse non tutta: sembra che la sorella di Bertil, Ingrid di Danimarca, facesse fatica ad accettarla). Regista dell’operazione sicuramente l’erede al trono, legatissimo ai due; quando l’anno seguente Carl Gustav sale al trono si decide anche in merito al matrimonio: ma la coppia deve aspettare ancora, finché il giovane re non sarà sposato a sua volta. Il sovrano è già innamorato: a Monaco per le Olimpiadi, ha conosciuto la bellissima Silvia Sommerlath, che come Lilian è assolutamente, irrimediabilmente borghese. Ma ormai è lui a decidere, e le spose commoner a corte sono ora le benvenute. Carl Gustav e Silvia si sposano a Stoccolma il 19 giugno 1976, a novembre la giovane regina è già incinta, la successione è assicurata, Bertil può finalmente pensare a sé e sposare il suo grande amore. bertil & lilian weddingIl 7 dicembre, finalmente, il matrimonio; Lilian è in abito azzurro cielo di Elizabeth Wondrak, con un gran mazzo di mughetti e un’acconciatura di piume molto simile a quella dorata indossata da Camilla, sposa di Charles. L’anno seguente, nella foto del battesimo di Victoria, accanto ai genitori e ai nonni Sommerlath ci sono loro due; ed è così, nonni affettuosi, che li hanno sempre considerati i tre figli della coppia reale. bertil & lilian victoria christeningNei ventiquattro anni che dura il matrimonio la coppia appare sempre insieme, complice e molto affettuosa, alternando agli impegni ufficiali in Svezia la vita più rilassata nella villa di Sainte-Maxime, il buen retiro provenzale, dove Bertil scorrazza sulle auto d’epoca di cui è appassionato collezionista e gioca a pétanque, il gioco francese con le bocce. bertil & lilian provenceDopo una lunga malattia, lui muore il 5 gennaio 1997, poco prima di compiere 85 anni. Lei continua ad essere una presenza importante e amatissima nella famiglia reale, adorata da Victoria, cui però dà un grande dolore non partecipando alle sue nozze con Daniel il 19 giugno 2010; troppo anziana, troppo stanca, troppo malata. Lilian muore il 10 marzo 2013, e torna per sempre dove ha sempre desiderato stare, accanto a Bertil. Dimostrando che il lieto fine può essere un inizio, e la strada per arrivarci può essere altrettanto lieta, anche se piena di ostacoli.

 

 

 

Le foto del giorno – 7 febbraio

Torniamo brevemente sulla notizia del giorno, i dettagli delle prossime nozze di Beatrice di York con Edoardo Mapelli Mozzi. chapel royalLa cerimonia si terrà tra sedici settimane, venerdì 29 maggio, nella Chapel Royal di St James’s Palace, dove negli ultimi anni sono stati battezzati i piccoli George e Louis di Cambridge; prima di loro, l’ultima royal baby a ricevere qui il sacramento del battesimo fu proprio Beatrice, il 20 dicembre 1988. bea christeningIl Palazzo fu edificato per volere di Henry VIII sul sito di un lebbrosario, e la cappella fu decorata da Holbein in onore della nuova regina, la quarta moglie del re, Anne di Clèves. Come si sa il matrimonio finì prima di cominciare, proprio a causa dell’opera di Holbein, che aveva realizzato un ritratto troppo lusinghiero della fanciulla, grazie al quale il sovrano aveva deciso il matrimonio con una donna che una volta incontrata lo aveva fisicamente assai deluso, per usare un eufemismo. Ma se pensate che questo non renda la cappella il luogo ideale per un royal wedding sbagliereste, visto che ben due sovrani, in tempi relativamente recenti, si sono sposati qui: i trisavoli di Beatrice, il futuro George V con Mary of Teck il 6 luglio 1893; e prima di loro Victoria con Albert Saxe-Coburgh, il 10 febbraio 1840. bea young victoriaVe la ricordate Beatrice nel ruolo di dama della regina nel film The Young Victoria, prodotto da sua madre Sarah, Duchessa di York?

Breaking News!

La data, il 29 maggio, l’avevamo anticipata tre giorni fa, ora c’è anche il luogo: la Chapel Royal, all’interno di St James’s Palace. bea edo engagementLa cerimonia sarà seguita da un ricevimento privato a Buckingham Palace. Un’ottima soluzione, che consente anche a Beatrice di vivere il suo royal wedding. A questo punto non ci resta che aspettare e vedere quale tiara adornerà il capino della sposa.

Qui trovate il comunicato ufficiale https://www.royal.uk/wedding-princess-beatrice-and-mr-mapelli-mozzi

Breaking News!

Mentre si attende ancora di conoscere data e luogo del matrimonio di Beatrice di York con Edoardo Mapelli Mozzi, la notizia di oggi è che la Regina avrebbe proposto alla nipote di ospitare il ricevimento nuziale a Buckingham Palace. Il che significa innanzi tutto che il matrimonio sarà celebrato a Londra. Ma dove? princess-beatrice-edoardo-zLa scelta potrebbe cadere sulla Chapel Royal, all’interno di St James Palace (qui sono stati bettezzati George e Louis di Cambridge) o sulla Queen’s Chapel che è lì vicino, entrambe piuttosto piccole e adatte a un matrimonio intimo piuttosto che a uno in grande. Ma qualunque sia la decisione finale, anche Beatrice avrà il suo royal wedding, grazie alla nonna e nonostante il padre. Una soluzione perfetta che è tutt’altro che un ripiego, visto che l’ultimo party nuziale tenuto a Palazzo è quello dei Duchi di Cambridge, futuri sovrani.

Le foto del giorno – 4 dicembre

Vent’anni fa il Belgio in festa salutava l’arrivo di una nuova principessa destinata a diventare regina: quel giorno il Duca di Brabante Philippe sposava Mathilde d’Udekem d’Acoz. La sposa in effetti aveva fatto poca strada, essendo nata a Uccle, nella regione di Bruxelles, il che ne farà la prima regina consorte ad essere nata in patria. belgique anniversaire 2La notizia del fidanzamento tre mesi prima era arrivata a sorpresa scatenando i gossip: sulla virilità di lui, sulla pessima situazione economica della famiglia di lei che le nozze reali avrebbero risolto, insomma ventilando l’ipotesi di un matrimonio combinato. Dopo vent’anni, quattro figli e un trono Philippe e Mathilde compongono un team affiatato ed efficace; lui ha le ha conferito un’allure regale, lei lo ha aiutato a trasformare la sua impacciata serietà in sobria autorevolezza. Sempre complici e affettuosi appaiono molto legati, la miglior risposta a ogni insinuazione. belgique anniversaireLe foto di oggi li ritraggono insieme, cagnolini al seguito, nel parco della loro residenza, il Castello di Laeken. Sono immagini un po’ vecchio stile, un po’ troppo per le loro età – 59 anni lui e 46 lei – ma alla fine anche questo è parte del loro fascino.

Qualche giorno fa hanno concesso un’intervista congiunta a Patrick Weber sulla televisione nazionale, la trovate qui https://www.rtbf.be/auvio/detail_le-temps-d-une-histoire?id=2571825

La foto del giorno – 27 novembre

Vi ricordate dov’eravate due anni fa oggi? Probabilmente no, a meno che quel giorno sia accaduto qualcosa d’importante. Io invece me lo ricordo bene, e non perché sia successo nulla di notevole; non a me e neanche a Lady Violet, che in effetti non era neanche nata. Ma il 27 novembre 2017 i ritmi ancora rallentati e un un po’ confusi del lunedì mattina furono scossi da una notizia che era nell’aria: il principe Harry si è fidanzato! La fortunata, un’attrice americana nota soprattutto per una serie televisiva, e dunque a me sostanzialmente sconosciuta. Nel primo pomeriggio la presentazione della futura sposa alla stampa, durante la quale iniziammo a imparare alcune delle caratteristiche dello stile della fanciulla: il cappotto con cintura, le scarpe a tacco alto (spesso dell’italico brand Aquazzurra), i capelli corvini generosamente refrattari al coiffeur. Vedemmo per la prima volta anche l’anello: un diamante centrale – proveniente dal Botswana, paese romanticamente legato alla coppia – fiancheggiato da due più piccoli appartenuti alla collezione della compianta madre di lui, il tutto montato in oro giallo, prediletto da lei. Non uno dei miei preferiti, confesso, e forse neanche dalla proprietaria, che ha già fatto apportare alcune modifiche, attirandosi una delle innumerevoli critiche che quel giorno nuvoloso ma luminoso sembravano lontanissime se non impossibili.

harry meghan wedding unseen photo

I due da un anno e mezzo sono marito e moglie e Duchi di Sussex, e sono diventati genitori del delizioso Archie, che venerdì 6 compirà sette mesi. Oggi hanno celebrato la ricorrenza pubblicando sul loro account IG una foto inedita del giorno delle nozze, e anche le polemiche innescate da alcuni loro comportamenti sembrano stemperarsi davanti a comportamenti ben più gravi. Il prossimo capitolo della loro storia al termine del break di sei settimane che si sono concessi dai royal duties. Che stanno diventando una porta girevole, chi li lascia per sei settimana, chi – forse – per sempre.

Breaking News!

La BBC ha appena annunciato che Andrew, Duca di York, non porterà avanti alcun impegno in rappresentanza della corona nell’immediato futuro (foreseeable future), in conseguenza della sciagurata intervista concessa proprio alla BBC e andata in onda lo scorso sabato, relativa a un suo eventuale coinvolgimento nello scandalo Epstein. Ben lungi dall’essere un successo, l’intervista si è rivelata una vero e proprio boomerang, il che vuol dire che precedenti famosi – uno per tutti la famigerata intervista televisiva di Diana – non hanno insegnato nulla. the queen-philip-andrewLa notizia arriva nel giorno in cui i suoi genitori festeggiano i settantadue anni di matrimonio; parafrasando la battuta di una famosissima sit-com, il figlio quest’anno regala loro un infarto.

andrew statementPiccola riflessione di Lady Violet: speriamo che tutto ciò non abbia ripercussioni sull’organizzazione delle nozze di Beatrice, merita anche lei una giornata fiabesca come sorella e cugini.