La foto del giorno – Special preview

Sono arrivati alle nozze di cristallo, quindici anni come man and wife, ed ecco l’immagine che marca l’evento. FB_IMG_1586380685621La fotografia è stata scattata oggi nella residenza scozzese di Birkhall, e dimostra due cose: il Principe di Galles si è rimesso perfettamente (da due giorni è finito l’isolamento imposto ai due, che ora si sono riuniti); e anche lui a volte scivola sugli accessori. Da dove escono quei mocassini color crema? Va bene che è la Settimana Santa, ma perché mi volete far soffrire così?

I cani sulle ginocchia dei due coniugi sono i Jack Russell di lei, Bluebell e Beth. Il che vuol dire che Camilla ha attrezzato un cane col nome della suocera. Temeraria!

 

Le foto del giorno – Combattere il virus in Bhutan

Nemmeno il piccolo stato himalayano, su cui regna uno dei nostri monarchi preferiti, è immune dalla pandemia, anche se i numeri sono fortunatamente assai modesti. Di circa ottocentomila abitanti i contagiati sono al momento 5, i guariti 2. FB_IMG_1586372236911Re Jigme Khesar Namgyel Wangchuck nei giorni scorsi ha viaggiato per il Paese per verificare che le strutture sanitarie siano pronte ad affrontare l’emergenza e che le varie filiali della Food Corporation of Bhutan siano rifornire di derrate alimentari. Ha anche visitato negozi e laboratori di artigianato, per rendersi conto dei danni all’economia. Nel piccolo e appartato Bhutan il Covid-19 è arrivato lo scorso marzo, portato da un turista statunitense. FB_IMG_1586372230209Il sovrano ha rapidamente deciso di chiudere le frontiere, preoccupato soprattutto dalla rapida diffusione dell’epidemia nella vicina India; la quarantena è stata fissata in 21 giorni, e coloro non in grado di autoisolarsi (a oggi circa tremila persone) sono ospitati in alberghi a spese dello stato. FB_IMG_1586372222148A Mongar la Royal Guest Lodge è stata trasformato in un presidio Covid-19, ma il Re pensa già al futuro: quando sarà tutto finito, la struttura resterà un ospedale, ma verrà rivonvertito in centro di ostetricia e neonatologia. Ci sarà una ragione se His Majesty ci piace tanto! 

La foto del giorno – Parla la Regina

Nelle ultime ventiquattr’ore il Regno Unito sembra essere sulle montagne russe. Ieri sera il discorso della sovrana – seguito in patria da poco meno della metà dell’intera popolazione – ha avuto la capacità di rinsaldare l’unità nazionale, stimolare l’orgoglio, motivare alla resistenza e dare una speranza per il futuro. Stamani non abbiamo fatto altro che chiacchierare sull’eleganza dell’abito, la raffinatezza di quel punto di verde, la sorpresa della spilla, così bella e così raramente indossata. Questa sera il cielo su Londra è tornato a rannuvolarsi, con la notizia appena arrivata del trasferimento in terapia intensiva del Prime Minister Boris Johnson, e mentre preghiamo (o incrociamo le dita, o quello che preferite) per lui e il suo Paese, torniamo un attimo a ieri e al Queen’s speech. Che il personale del NHS Nightingale Hospital – appena aperto a Londra per la lotta al Covid-19, e inaugurato virtualmente venerdì dal Principe di Galles – ha seguito così, insieme, in piedi. nightingale hospital queen-speechUna di quelle foto che dicono più di mille parole

La foto del giorno – The Queen’s speech

In questi giorni si fa un largo uso dell’aggettivo “storico”, ma l’evento di questa sera lo è davvero. Perché è solo la quinta volta, in 68 anni di regno, che Her Majesty Queen Elizabeth II rivolge un messaggio alla nazione, che non sia il classico appuntamento del giorno di Natale. È accaduto solo nel 1991 per la guerra nel Golfo, nel 1997 per la morte della principessa Diana, nel 2002 per la scomparsa di sua madre e infine nel 2012, in occasione del suo giubileo di diamante. Dunque stasera alle 20.00 (le 21.00 ora italiana) occhi e orecchie della nazione (e non solo) puntati sulla White Drawing Room di Windsor Castle, dove in condizioni inusuali – un solo cameraman bardato in tuta protettiva e mascherina – la sovrana di verde vestita ha parlato al suo popolo. queen broadcastRingraziando innanzi tutto coloro che stanno lavorando senza sosta per affrontare l’emergenza di una crisi che ha portato lutti ad alcuni, problemi economici a molti, e un profondo cambiamento nelle vite di tutti. Ma oltre a quelli impegnati sul campo – il cui lavoro renderà possibile il ritorno alla normalità – Sua Maestà ringrazia coloro che restano a casa, proteggendo così i più vulnerabili, anche se ciò significa restare separati da chi si ama. E in futuro, guardandosi indietro, il popolo britannico sarà orgoglioso del proprio comportamento, certo di essersi dimostrato forte come le generazioni precedenti, grazie a quelle doti di autodisciplina, calma e serena determinazione, e  senso di comunità che lo caratterizzano. Un orgoglio nazionale che non incarna il passato, piuttosto il presente e il futuro del Paese. Tanti si impegnano per aiutare gli altri, tanti colgono l’opportunità di riflettere, meditare, pregare. Ma il momento in cui tutti si sono uniti in un corale applauso a medici e infermieri del NHS, e ai lavoratori impegnati ad assicurare i servizi essenziali, rappresenta e rappresenterà lo spirito unitario del Paese, come tanti colori diventano nei disegni dei bambini un solo arcobaleno  (ricordiamo che oggi nel Regno Unito il Covid-19 ha ucciso un piccolino di soli cinque anni).

Il pensiero della Regina corre al suo primo messaggio radio, registrato con l’aiuto della sorella; anche in quel caso da Windsor, dove le giovanissime principesse parlarono a tutti i bambini che come loro avevano dovuto lasciare le loro case per cercare protezione dalla guerra. Oggi come allora bisogna affrontare il dolore della separazione da coloro che ci sono cari, nella consapevolezza che sia la giusta cosa da fare, in una sfida che  accomuna tutti popoli della terra. E un giorno ci si guarderà indietro sapendo che il merito della vittoria spetterà a ciascuno. Il sacrificio di oggi porterà a tempi migliori, in cui si tornerà a incontrarsi e a stare insieme.

Questo in sintesi il discorso; se l’avete perso lo trovate qui (e sugli altri account The Royal Family) https://www.facebook.com/TheBritishMonarchy/videos/2358703041088798/

Discorso perfetto, né ci saremmo aspettati nulla di diverso, pacato, serio ma sereno, rassicurante con equilibrio. Non è solo il sovrano che parla al suo popolo, è il simbolo di carne sangue e pensiero di quel popolo, l’essenza stessa della regalità.

Sulla spalla sinistra della regina brillava la Queen Mary’s Turquoise and Diamond Brooch, che sua nonna Mary ricevette dai suoceri come dono di nozze. La spilla è stata indossata in altre occasioni che non avevano significati particolari, dunque la ragione della scelta al  momento non è facilmente decodificabile, ma certo il turchese su quella tonalità di verde è incantevole.

Tiaras are a Queen’s best friends

Quale modo migliore di iniziare un weekend in quarantena se non immergersi nello splendore dei regali diademi svedesi? Un tesoro ricco di tiare e parure, custodite da una Fondazione e sfoggiate dalle royal ladies nei numerosissimi eventi black tie alla corte dei Bernadotte. Data l’origine della famiglia, molti di questi gioielli favolosi arrivano dai forzieri napoleonici  a partire dal più famoso di tutti, la Cameo Tiara, che l’allora Imperatore dei Francesi donò alla moglie Joséphine nel 1809. cameo tiaraSe non vi fate spaventare dal fatto che sia in svedese, il video è assolutamente da non perdere. Potrete vedere in dettaglio ciò che di solito ammiriamo solo in foto, avere un’idea di quanto brillino le tiare sulle regali accinciature e, cosa che mi ha deliziata, scoprire le custodie in cui sono riposte.

Vi segnalo che la Joséphine di cui si parla spesso non è la sposa di Napoleone ma la consorte di Oscar I – il secondo dei sovrani Bernadotte – nipote dell’Imperatrice (era figlia di Eugène de Beauharnais); fu grazie a lei che molti di questi splendi oggetti giunsero a Stoccolma.

Buona visione!

https://www.svtplay.se/video/26255842

La foto del giorno – Albert libéré

Volete una buona notizia? Ce l’ho.

Albert II

(Ph. G. Luci/Palais Princier)

Oggi i medici che seguono il Principe Albert lo hanno dichiarato guarito dal Covid-19, e autorizzato a metter fine alla rigorosa quarantena. Il sovrano monegasco si è ripreso perfettamente, è in buona salute e presto si ricongiungerà con la famiglia (la moglie Charlène e i gemellini Jacques e Gabriella sono nella casa di campagna di Roc Angel). Albert ha continuato a lavorare durante questi giorni di clausura e in varie interviste – compresa quella concessa al Corriere qualche giorno fa – ha raccontato i sintomi, i timori, la lontananza dai suoi bimbi, il dispiacere per l’allusione di aver contagiato il Principe di Galles, ma anche il piacere di ricevere tanti messaggi di supporto (in prima fila la figlia naturale Jazmin Grace) . Il Principe ha stabilito per i suoi cittadini regole analoghe a quelle che seguiamo noi; uno degli eventi clou del Principato, il Bal de la Rose, previsto per sabato 21 è stato rinviato sine die ed è probabile che quest’anno salti proprio. In tempi di coronavirus anche il glamour può attendere.

La foto del giorno – Bye bye Sussex Royal

Ultimo post dall’account Sussex Royal di Harry&Meghan, che dopodomani (sì, il primo aprile!) lasceranno il loro ruolo da senior royals e metteranno in un cassetto il trattamento di altezze reali per dare il via a una nuova avventura. IMG_20200330_220428Questo il testo che accompagna il post: al momento il mondo sembra fragile, ma ogni essere umano può fare la differenza. La cosa più importante al momento è la salute e il benessere di ciascuno, e la possibilità di trovare una soluzione; nel frattempo loro si concentreranno per trovare il miglior modo per dare il proprio contributo. Anche se i consigli si danno solo su richiesta – e confesso che Lady Violet non ne ha ricevute – non sarebbe male nel quadro della nuova vita assumere un ghost writer che li aiuti a tradurre in parole efficaci i molti buoni propositi, cercando di evitare lo stile Hollywood liberal, banalotto e scontatello. IMG_20200330_220439Toccante il ringraziamento to this community, la cui deliziata reazione (della community I mean) possiamo solo immaginare, dato che i commenti sono stati disattivati.

In attesa di scoprire cosa ci riserveranno in futuro i Sussex, o H&M, o come decideranno di chiamare il loro brand, la nostra più profonda simpatia alla coppia, che non ha fatto in tempo a scendere dalla scaletta dell’aereo e già è stata raggiunta da un tweet del Presidente Trump. Il quale, pur dichiarandosi “amico della Regina” (ma che è sta confidenza, chi te conosce?) ha dichiarato che non caccerà un dollaro per la loro security. Insomma, devono mettersi sotto e iniziare a lavorare. Ma Harry prenderà la green card?

Breaking News!

Sentito il parere medico, il Principe di Galles è uscito dall’isolamento deciso dopo aver scoperto la positività al Covid-19. 26389080-0-Prince_Charles_and_his_wife_Camilla_are_in_self_isolation_in_Sco-m-41_1585568932497Il principe è in buona salute e resta con la moglie Camilla nella residenza scozzese di Birkhall, all’interno della tenuta reale di Balmoral.

Ieri è intanto giunta la notizia che un membro del personale di Windsor, dove si trovano la regina e il Duca d’Edimburgo, è risultato a sua volta positivo al virus. Si tratta di una persona che è stata in contatto con la sovrana – tra le sue mansioni anche servirle i pasti – e ora è in isolamento. Il Palazzo conferma le ottime condizioni di salute di Her Majesty.

Breaking News!

È di questa sera la notizia, rilanciata da alcuni giornali inglesi e americani, che i Duchi di Sussex, col piccolo Archie, avrebbero lasciato il Canada a bordo di un aereo privato alla volta di Los Angeles, dove vive Doria Ragland,  madre della duchessa, prima che Trump chiuda le frontiere. Questa mossa confermerebbe ciò che si da più parti si è pensato sin dall’annuncio a sorpresa di gennaio, che cioè la vera meta dei Sussex fossero gli Stati Uniti, e in particolare la California. Intanto Meghan ha prestato la propria voce per un documentario Disney sugli elefanti, devolvendo il compenso in beneficenza.harry megColoro che pensavano che i due, o almeno Harry, rientrassero nel Regno Unito dopo la notizia della positività del Principe di Galles al Covid-19, o in previsione di un impegno maggiore della generazione più giovane in conseguenza della pandemia, sembra resteranno delusi. Intanto anche Charles e Camilla, in due posti diversi, non hanno fatto mancare il loro applauso di ringraziamento al personale del NHS. https://twitter.com/i/status/1243292081029865472

Le foto del giorno – #ClapForOurCarers

Questa sera alle 20.00 anche i Britannici si sono affacciati a finestre e balconi per applaudire medici, infermieri, e tutti coloro che sono in prima fila nella lotta al Covid-19. FB_IMG_1585254456180Pubblicate foto (di repertorio) sia della regina sia del Principe di Galles (che ringrazia per i numerosi auguri di pronta guarigione) durante uno dei tanti incontri con il personale sanitario. IMG_20200326_212818Ma loro vincono tutto: George Charlotte e il piccolo Louis nel giardino di Anmer Hall applaudono convinti. Andate a guardarli! #ClapForOurCarers https://www.instagram.com/p/B-NZ0tSFc0X/?igshid=cvxx94g984r2