Le foto del giorno – Scene di famiglia

A due settimane dalla foto pasquale che ne certificava il rientro in famiglia e nel Principato, Charlène è ricomparsa in pubblico in compagnia di marito e figli.

L’occasione: la tappa monegasca del campionato mondiale di Formula E, che vede competere auto con motore elettrico. Capelli cortissimi color platino, infagottata in un tailleur pantalone grigio fumo con giacca troppo grande e pantaloni inutilmente “originali” la principessa – definita pensierosa da qualche giornale – ha persino sorriso, e premiato Mitch Evans, arrivato secondo.

La Famille princière di questi tempi dà raramente una sensazione di gioiosa allegria (soprattutto, e purtroppo, i gemelli sembrano sempre piuttosto tesi) ma insomma, i prossimi mesi ci diranno se il recente passato verrà archiviato come un brutto ricordo, o se le Loro Altezze Serenissime ci riserveranno altre sorprese.

O magari qualche conferma.

Atmosfera decisamente più lieta in Danimarca, dove oggi la secondogenita dei futuri sovrani, la quindicenne Isabella, ha ricevuto la Cresima.

(Ph: Franne Voigt)

La fanciulla è apparsa raggiante, con quella allegra sicurezza leggermente ventata di goffagine che rende così preziosi gli adolescenti.

Isabella ha scelto una mise particolare: il completo pantalone bianco firmato Max Mara che sua madre Mary indossava nel 2017 durante una visita a Stoccolma. Lady Violet approva entusiasticamente! La scelta di riusare un abito di famiglia è elegante, significativa e pure ecologica.

(Ph: Franne Voigt)

Mary, semiaffogata in un vestito color corallo intenso convince di meno, dimostrando che il ruolo di madre di è sempre il più complicato.

(Ph: Franne Voigt)

Presenti alla cerimonia anche padrini e madrine, che tenero a battesimo Isabella il 1 luglio 2007; tra loro la Principessa Alexia di Grecia e Danimarca, e la Regina dei Belgi, Mathilde.

E a proposito di battesimi: foto non ce ne sono, dunque dovete fidarvi. Venerdì 29, in una cerimonia strettamente privata nella Royal Chapel a St. James’s Palace, è stata battezzata Sienna Mapelli Mozzi. Nulla si sa di padrini e madrine, ma è certa la presenza di nonna Sarah e zia Eugenie.

Breaking News! – Pasqua amore e mistero

Guardando queste immagini, appena pubblicate, Lady Violet ha pensato quanto nel Principato sia ancora viva l’essenza di Grace. Non nelle impeccabili vesti della compianta principessa, quanto in quelle della musa di Hitchcock, il re del brivido e del mistero.

I Principi regnanti hanno appena fatto gli auguri di Pasqua con queste due immagini, in cui la coppia sembra ricomposta, ed è in compagnia dei figli gemelli in uno scenario tipicamente pasquale. Foto di oggi, si potrebbe pensare, vista anche l’ora in cui sono state diffuse.

C’è Charlène, che si rivede dopo la lunga assenza; capelli cortissimi e un aspetto generalmente buono, compatibile con un periodo di convalescenza. Le solite voci – ormai indistinguibili dalla realtà – la davano partita il 21 marzo a bordo di un volo privato, forse per la Corsica; magari un’ulteriore periodo di riposo, ma dopo un mese è più che possibile un suo rientro. Più sorprendente la presenza di Albert II, che solo quattro giorni fa annunciava di essersi reinfettato col covid. Ecco il colpo di scena, degno del grande Hitch: Albert questa mattina ha ripetuto il test ed era negativo! Senza perdere tempo oggi pomeriggio ha presenziato alla finale del torneo di tennis Rolex Monte Carlo Masters appena vinto dal greco Stefanos Tsitsipas. Più che possibile dunque la celebrazione della pasqua insieme a Jacques e Gabriella con una cerimonia religiosa privata, utile anche a lanciare messaggi di rassicurazione ai monegaschi (nel caso fossero preoccupati).

Dunque Charlène, già La signora scompare è ora La donna che visse due volte? è un Complotto di famiglia o La congiura degli innocenti? Io confesso, non lo so.

Comunque sia, buona Pasqua. A loro e soprattutto a voi.

Breaking News! – Ci risiamo

It never rains in Monte Carlo, non piove mai a Montecarlo, si diceva ai tempi in cui il regno di Grace era la gemma della Côte d’Azur; ma da un po’ i cieli azzurri del Principato sembrano essersi rannuvolati. Se nei mesi scorsi è stata la salute della Princesse Charlène a tenere alta l’attenzione, oggi il problema riguarda direttamente il Prince Souverain, che è risultato positivo al test covid.

(Ph: Daniel Leal/Getty Images)

Albert II aveva già contratto la malattia nel marzo 2020, primo dei sovrani ad essere contagiato, e ora ha conquistato il poco invidiabile primato di essere il primo sovrano a riammalarsi. Ieri avrebbe dovuto presenziare a New York allo Stony Brook Gala per il suo impegno nella protezione degli oceani, ma ha dovuto rinunciare. Come la gran parte dei vaccinati non ha sintomi e le sue condizioni non destano preoccupazioni, è in isolamento e continua il suo lavoro da remoto, in contatto costante con i membri del suo Gabinetto, il Governo, e i collaboratori più stretti.

Stando così le cose mi sembra scontato che il principe resterà in isolamento anche a Pasqua, e se sono vere le voci che volevano Charlène partita dal Principato poco dopo il suo ritorno – sarebbe stata vista imbarcarsi su un volo privato il 21 marzo, destinazione sconosciuta – per i due gemelli Jacques e Gabriella si prospettano giorni poco allegri. In attesa che smetta di piovere su Montecarlo.

Breaking News! – Le retour

Fermi tutti! Con un comunicato ufficiale oggi il Palais princier annuncia il ritorno della Principessa Charlène a Monaco.

Secondo il comunicato, il miglioramento delle condizioni della principessa ha fatto sì che la coppia sovrana, in accordo con i medici, decidesse per il rientro. Charlène potrà dunque continuare la sua convalescenza in famiglia. Saranno necessarie alcune settimane per farla ristabilire completamente, dopo di che la consorte di Albert II potrà riprendere gradualmente le funzioni ufficiali cui tiene tanto (lo dice il comunicato eh, non Lady Violet). In questo periodo di convalescenza, Charlène avrà bisogno di calma e serenità – e i figli pure – per cui si chiede discrezione e rispetto.

Albert II compirà 64 anni lunedì 14 e questa svolta, se non proprio un regalo di compleanno, è almeno un modo per alleggerire la tensione, e ripristinare quell’atmosfera di serenità almeno apparente cui la defunta Grace dedicò gran parte della sua vita da princesse. Se poi ci sarà anche l’happy end, ce lo dirà il tempo.

Reale pandemia

La notizia del giorno è, naturalmente, la positività al coronavirus di Her Majesty The Queen.

Che materializza un timore sepolto nel profondo da molti di noi, nei confronti della decana delle teste coronate e di tutte le persone anziane e fragili. Con l’aggravante per lei della perdita dell’adorato Philip, che l’ha colpita pesantemente, e dei recenti problemi di salute che le hanno fatto mancare molti impegni, anche quelli per più importanti, come la cerimonia al Cenotaph per Remembrance Sunday. Per tacere della notte passata tra il 19 e il 20 ottobre, passata al King Edward VII’s Hospital. Quanto alla possibile fonte del contagio c’è da segnalare – oltre all’incontro con Charles, avvenuto martedì 8, cioè 12 giorni fa – che una cospicua parte dello staff di Windsor è risultata positiva in questi giorni. Anyway, covid o no Her Majesty ha continuato a fare il suo lavoro, e nonostante la rivelazione della positività ha inviato un messaggio di congratulazioni alla squadra di curling femminile vincitrice dell’oro olimpico a Pechino.

La Regina è solo l’ultima in ordine di tempo tra le teste coronate ad aver contratto il covid; a due anni dall’inizio della pandemia proviamo a tracciare un bilancio dei contagi reali.

Limitandoci al nostro continente, le monarchie sono attualmente dodici. Una la eliminiamo subito per la sua particolare natura: il Principato di Andorra è una diarchia parlamentare con al vertice due coprincipi: il Presidente francese e il vescovo di Urgell; e comunque nessuno dei due si è contagiato. Il secondo è la Città del Vaticano, esempio di monarchia elettiva, e fortunatamente nemmeno Papa Francesco, anziano e fragile, si è contagiato.

Restano dieci monarchie ereditarie, di quelle che piacciono a noi, con Re e Regine, Principi e Principesse, corone e diademi. Sette sono regni: Belgio, Danimarca, Norvegia, Paesi Bassi, Spagna, Svezia e Regno Unito; due Principati, Liechtenstein e Monaco; e un Granducato, il Lussemburgo. Tra i sovrani regnanti contagiati dal covid 19 ci sono Margrethe II di Danimarca (febbraio 2022), Felipe VI di Spagna (febbraio 2022), Carl Gustav XVI di Svezia (gennaio 2022), Elizabeth II del Regno Unito (febbraio 2022), Albert II de Monaco marzo (2020), Henri del Lussemburgo (gennaio 2022). Sei a quattro, una maggioranza schiacciante. Inoltre, in aggiunta al monarca, praticamente ogni famiglia reale ha registrato almeno un contagio, a partire da uno dei figli cadetti – all’epoca non ne fu rivelato il nome – dei sovrani belgi; in Danimarca la futura regina consorte Mary e prima di lei il figlio maggiore Christian; in Norvegia Ingrid Alexandra, seconda il linea di successione; Beatrix, già sovrana dei Paesi Bassi; in Svezia la Regina Consorte Silvia insieme col marito più il loro figlio Carl Philip e la moglie Sofia; nel Regno Unito il Principe di Galles – due volte – sua moglie Camilla, Sir Tim Lawrence, marito della Princess Royal; e mettiamoci pure Mr Brooksbank, suocero di Eugenie di York, che rimase in ospedale per nove settimane di cui cinque in terapia intensiva, e si è portato dietro gli strascichi della malattia fino alla morte nel novembre scorso. Insomma un bollettino di guerra, e potrei anche averne scordato qualcuno. Sembra immune solo il Liechtenstein, comunque sempre parco di informazioni.

Insomma, sarà anche un corona virus, ma sembra quasi repubblicano, e ha ampiamente dimostrato di essere assai democratico.

Quando c’è la salute…

Speravo di poter iniziare l’anno trattando argomenti più leggeri – non temete, arriveranno – ma la cronaca ci costringe a continuare a confrontarci con questioni di salute, in particolare col coronavirus. Che non sembra rispettare – e perché dovrebbe? – le teste coronate. Giunge da Stoccolma la notizia che Re Carl Gustav e la Regina Silvia sono entrambi positivi al covid. La coppia ha ricevuto tre dosi di vaccino, e manifesta sintomi minimi, ma è naturalmente in isolamento e segue il protocollo sanitario del Paese

Non è tutto: anche Henri, Granduca del Lussemburgo, si trova nella stessa condizione: positivo, tre dosi di vaccino, sintomi leggeri ed isolamento. Se non mi sbaglio si tratta dei primi sovrani in carica colpiti dopo Albert de Monaco, e vanno ad aggiungersi al nutrito gruppo di reali contagiati nel corso di questi mesi: il Principe di Galles e Sir Tim Lawrence, marito della Princess Royal, nel Regno Unito; la Principessa Beatrix, ex sovrana dei Paesi Bassi; Mary di Danimarca e prima di lei il figlio Christian; Ingrid Alexandra di Norvegia. Prima dei sovrani, in Svezia erano risultati positivi anche il Principe Carl Philip e la moglie Sofia, che all’epoca era anche incinta del terzo figlio Julian, nato poi senza problemi. E speriamo di finirla qua, per tutti.

A proposto di salute, nulla si sa delle reali condizioni di Charlène de Monaco, ricoverata con ogni probabilità in una clinica svizzera, l’esclusiva Kusnacht Practice a Zollikon sul lago di Zurigo. Dal Palazzo giungono voci di un miglioramento che farebbe ben sperare in una guarigione però è ancora lontana. In compenso vari organi di stampa assicurano che la principessa ha ricevuto la visita dei figli, i gemellini Jacques e Gabriella, e come date si parla del 23 dicembre e del 2 gennaio.

Per la salute mentale della principessa spero però che le creature abbiano evitato di mostrarle la recente foto che li ritrae con i fratellastri. Jazmin Grace ha ventinove anni ed è nata da una relazione di Albert con l’americana Tamara Rotolo; il padre l’ha riconosciuta nel 2005, dopo la morte del padre Rainier, che era contrario. La fanciulla, che vorrebbe fare l’attrice come la nonna, frequenta spesso il Principato e sembra avere un’ottima relazione con tutta la famiglia.

Diversa la situazione di Alexandre, nato nel 2003 dalla ex hostess del Togo Nicole Coste, da molti indicata come il grande amore di Albert. A quanto si sa i rapporti tra lei e Charlène sarebbero pessimi, con reciproche accuse, sgarbi e dispetti. Una situazione assai spiacevole – eufemismo – peggiorata dal fatto che questa estate, mentre Charlène era in Sudafrica, Nicole e suo figlio presenziavano al Gala della Croix Rouge (Senza Charlène). Se per Alexandre era la prima volta, sua madre ha invece partecipato altre volte, ma certo in assenza della consorte ufficiale la cosa è un po’ diversa.

Una situazione in continua evoluzione -e di non semplice soluzione – ma mi viene da pensare che spesso gli uomini fanno più danni dei virus.

Auguri e auguri

Oggi i due gemellini monegaschi compiono 7 anni. Sono costretti a festeggiare senza la mamma, ricoverata chissà dove a curare chissà che, ma sembra che siano riusciti a godersi l’atmosfera allegra e festosa che si meritano tutti i bambini.

Tre le foto diffuse da Palazzo nelle quali Jacques e Gabriella compaiono in pigiama elegantemente coordinati, evidentemente appena alzati; davanti a loro su un gran vassoio d’argento una torta a forma di 7 con 14 candeline, metà rosa e metà azzurre, così ciascuno può soffiare sulle sue (più o meno).

L’allestimento è interessante, mischiando gli elementi propri di una casa lussuosa: il bel parquet, il bellissimo tappeto, con gli ingredienti classici di un compleanno infantile: palloncini, festoni, e il tavolino (o quel che è) foderato di rosso.

L’account Instagram di Charlène ha rilanciato le foto con un messaggio in inglese: Happy birthday my babies. Thank you God for blessing me with such wonderful children. I’m truly blessed. Love mom (“Buon compleanno piccoli miei. Ringrazio Dio per avermi benedetta con questi figli meravigliosi. Mi sento davvero benedetta. Con amore, Mamma”).

Naturalmente le speculazioni sulla situazione, che Lady Violet evita accuratamente, non mancano neppure oggi, ma i bambini sembrano sereni e allegri, ed è probabile che l’essere gemelli sia per loro sostegno e conforto. Buon compleanno!

Monaco Fête Nationale 2021 

Come pensavamo (e temevamo) la festa nazionale monegasca è stato un evento improntato a massima sobrietà – per non dire mestizia – culminato con i gemelli affacciati col padre al balcone di palazzo, che mostrano i loro messaggi per la madre: we miss you (ci manchi) quello di Gabriella e we love you quello di Jacques.

La giornata era iniziata prestissimo e in maniera inattesa: alle tre del mattino sull’account Instagram di Charlène è comparso un post con bandiere del Principato sventolanti sulle note dell’inno nazionale, e questa è stata la partecipazione della principessa, che prosegue la convalescenza in un luogo non lontano da Monaco, che non è stato reso noto.

Alle nove e trenta è iniziata la cerimonia ufficiale con il Te Dum in cattedrale, presenziato da Albert II accompagnato dalle due sorelle: Caroline in tailleur Chanel nero, guanti bianchi e cerchietto con piccola veletta, e Stéphanie con un ampio, e un po’ informe, cappotto grigio chiaro.

Le due principesse si sono prese grande cura dei nipotini che sono sembrati un po’ disorientati; in particolare Jacques, nella sua piccola uniforme da carabinier.

Una cosa che mi ha dato da pensare è la presenza di entrambi i fratelli di Charlène; non solo Gareth, che vive e lavora nel Principato e spesso appare in occasioni formali insieme con la famille princière, ma anche il minore, Sean, che invece risiede in Sudafrica, e a Monaco si vede meno.

Per fortuna ci hanno pensato i giovani Grimaldi ad alleggerire un po’ l’atmosfera, soprattutto i più piccoli: i tre bimbi di Andrea e Tatiana, Max India e Sasha; Raphaël, il figlio maggiore di Charlotte nato dall’amore con l’attore Gad Elmaleh; poi Francesco e Stefano, i due biondissimi e bellissimi bambini di Pierre e Beatrice Borromeo.

Beatrice, vestita Dior dalla testa ai piedi in uno stile che evoca il new look inventato dal couturier nel 1947, è senza dubbio la più chic delle signore presenti. Va sul sicuro la cognata Alexandra di Hannover con un cappottino Chanel adatto all’occasione, alla stagione e alla sua giovanissima età. Non mi piace invece Tatiana con la gonna di pizzo sotto la giacca piuttosto pesante, l’acconciatura da casalinga americana degli anni ’50 e le scarpe col laccetto che taglia la caviglia.

L’unico tocco di allegria lo porta lei, Charlotte, che sceglie Chanel come la madre e la sorella: un cappottino nel classico matelassé della maison in un’inedita tonalità oro, maxiorecchini e capelli al vento. Anche lei indossa scarpe con laccetto alla caviglia, ma essendo posto sotto il malleolo non taglia la linea della gamba (e questa è una lezione di mia madre).

Al termine della giornata, l’impressione di Lady Violet può sintetizzati con: anche questo impegno ce lo siamo tolto; ora non possiamo che restare in attesa di migliori notizie dal Principato. Speriamo.

Breaking News! – Mah

Dopo aver annunciato ai quattro venti che la Principessa Consorte sarebbe rientrata a Monaco in tempo per la festa nazionale del Principato, oggi un comunicato ufficiale ci informa che invece Charlène non parteciperà ad alcuna delle cerimonie previste per venerdì 19.

La ragione addotta è sempre quella sanitaria, ed è la stessa ragione per cui abbiamo scelto di ridurre al minimo la trattazione dell’argomento, la cui gestione da parte della struttura comunicativa di Palazzo non ci sembra francamente efficacissima.

Da quello che che dice il comunicato diffuso oggi, la principessa ha bisogno di un periodo di riposo assoluto che avverrà, come si intende, non nella residenza ufficiale ma in un luogo riservato.

Naturalmente auguriamo a Charlène – che evidentemente non si affaccerà neanche al balcone del Palais princier per fare ciao ciao con la manina – di ristabilirsi finalmente e definitivamente nel più breve dei tempi possibili; nel massimo rispetto per una situazione comunque assai penosa Lady Violet si tiene le sue piccole perplessità.

Le foto del giorno – C’è la conferma!

Le fotografie scattate da Eric Mathon nel cortile del Palais princier, e immediatamente diffuse dai canali social, confermano l’indiscrezione (Breaking News – Back home!): Charlène è a casa, completa di marito figli e cane, tutti adeguatamente festanti.

(Ph: Eric Mathon / Palais princier)

Un momento denso di emozioni – che non stentiamo a credere – cui ha partecipato anche la cognata Stéphanie.

Charlène appare in buona forma, molto magra (ma lo è sempre stata) e già “targata”: indossa infatti la mascherina con lo stemma del Principato.

Insomma, tutto è bene ciò che finisce bene – anche se Lady Violet ha la sensazione che non sia proprio tutto finito qui – soprattutto per Jacques e Gabriella, che il mese prossimo potranno festeggiare il settimo compleanno con papà e mamma.