Volano royal stracci

Il Duca di Edimburgo resta ricoverato al St Bartholomew’s Hospital dove è stato trasferito per accertamenti cardiologici, e mentre la Regina continua imperturbabile col suo lavoro – questa sera ha concesso una udienza via telefono al Cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak – la famiglia è naturalmente concentrata, immaginiamo con una certa apprensione, sulle condizioni di Philip. Oggi è toccato alla nuora Camilla, nel corso dell’ennesima visita a un centro vaccinale, fornire qualche informazione sul decorso della degenza: “We heard today that he’s slightly improving, so that’s very good news. We’ll keep our fingers crossed” (Abbiamo sentito stamattina che pian piano migliora, il che è un’ottima notizia. Teniamo le dita incrociate). Su tutto naturalmente aleggia l’ormai imminente intervista che i Sussex hanno concesso a Oprah Winfey, ma come se il momento non fosse già abbastanza delicato continuano a uscire spifferi che complicano ulteriormente la situazione.

Oggi è stata la volta di qualcuno che, dopo aver fatto parte dello staff dei Duchi subito dopo il loro matrimonio, ha accusato Meghan di bullismo. Accuse non nuove, se vi ricordate s’era già parlato delle pretese eccessive e dei modi bruschi della duchessa, che avrebbero ridotto in lacrime i destinatari di tali comportamenti. Naturalmente la risposta dalla California non s’è fatta attendere: accuse respinte al mittente con particolare veemenza da parte di chi invece ritiene di essere stato a sua volta bullizzato, tanto da decidere per il volontario esilio. Né si è fatta attendere la solita fonte vicina ai Sussex che ha riferito a The Times che i Duchi si sentono vittime di una campagna diffamatoria accuratamente pianificata, basata su una disinformazione fuorviante e dannosa (the victims of a calculated smear campaign based on misleading and harmful misinformation).

Vi confesso che avrei fatto a meno di aggiornarvi su questo ulteriore sviluppo – l’ultimo? – se non fosse che questa sera è arrivata anche una, direi inevitabile, comunicazione da Buckingham Palace che annuncia un’indagine interna mirata ad accertare la verità dei fatti, interpellando nel caso anche gli ex dipendenti, dato che la Royal Household “has had a Dignity at Work policy in place for a number of years and does not and will not tolerate bullying or harassment in the workplace” (ha adottato da anni una politica di dignità del lavoro per cui non tollera – né lo farà in futuro – alcuna forma di bullismo o di molestie sul posto di lavoro).

Una piccola riflessione: mi sembra che la situazione si stia avvitando, e che tra cortigiani zelanti, giornalisti spregiudicati e qualche colpo basso si stia riproponendo uno scenario simile a quello che oppose Diana alla Royal Family. Esattamente quello che Harry ha detto a Oprah di voler evitare.

6 pensieri su “Volano royal stracci

  1. « Quello che Meghan vuole Meghan ottiene » lo disse a suo tempo, a proposito di un diadema, il principe Harry. Ma cosa vuole adesso? Il ruolo di grande filantropo, con altra intelligenza e forse altri mezzi, è già occupato da Bill Gates, diventare la prima presidente nera e americana c’è già Kamala Harris pronta per il prossimo ticket,. Diventare un tycoon di Hollywood? Fare la regina d’Inghilterra? Evitare che diventi regina consorte d’Inghilterra l’odiata Kate con i suoi collant ? Essere l’icona femminile degli anni 2000? Io non capisco a cosa miri la sua strategia. E tu?

    "Mi piace"

    • Eh, una bella domanda. Intanto “ciò che Meghan vuole Meghan ottiene” è limitato ad Harry; mi sembra che solo lui, e forse la madre, pensano che debba ottenere tutto ciò che vuole. Per il resto, la storia di Meghan è pervasa da una certa mediocrità. Forse aspira alla stessa popolarità planetaria che fu di Diana, ed ecco appunto riproporsi dinamiche analoghe a quelle che portarono al disastro; è la famosa coercizione a ripetere. Io credo, seriamente, che pur evitando come la peste la psicoanalisi da salotto, per comprendere certi comportamenti ci vorrebbe veramente uno psichiatra. Immagino che al momento ci sia anche una certa frustrazione, perché hanno abbandonato un ruolo senza di fatto ottenerne un altro; perché che cos’hanno fatto finora? Poi lei ha probabilmente quella formazione americana che ti porta a pensare che tutto sia possibile – cosa he potrebbe anche essere vera – ma certo non battendo i piedini e pretendendo. Non so, non la vedo bene.

      "Mi piace"

  2. Secondo me non sono nemmeno sicuri di COSA davvero vogliono… mille parole, mille progetti ma pochi fatti. Per esempio: hanno ottenuto di andarsene dal “giogo” delle regole reali quindi perché continuano a tirare in ballo ogni singolo dettaglio che riporta alla famiglia inglese? Non erano desiderosi di fare da soli?

    "Mi piace"

  3. Si dice coazione a ripetere. Per il resto dai commenti sui collant di Kate, alle supposizioni, alle frasi che nessuno probabilmente ha mai detto mi sembra che questo blog sia scaduto ai livelli della stampa inglese che probabilmente è anche peggio della mediocre Meghan. Per cui se si deve criticare la mediocrità altrui diventando più che mediocri…. Saluti a tutti, è stato bello (fino ad adesso)

    "Mi piace"

    • Grazie per la segnalazione, non m’ero accorta dell’errore. Per me è stato bello avere notizie su fiori e giardini, grazie anche per questo.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...