Breaking News!

Alla fine è intervenuta la Regina.

La sovrana ha rilasciato una dichiarazione che recita: l’intera famiglia è rattristata nell’apprendere la misura di quanto siano stati impegnativi gli ultimi anni per Harry e Meghan. Le questioni sollevate, in particolare quella sulla razza, sono preoccupanti. Benché alcuni ricordi possano divergere, il problema è preso molto seriamente, e sarà trattato privatamente all’interno della famiglia. Harry, Meghan e Archie saranno sempre membri amatissimi della famiglia.

Anche in questo caso vi propongo di lasciare sedimentare la situazione ancora per qualche ora e poi speriamo di poter commentare con maggior serenità. Per parte mia confesso che all’epoca, in attesa di conoscere Archie, mi sono chiesta quanto forte sarebbe stata la somiglianza con nonna Doria, senza per questo pensare di essere razzista. E d’altra parte, dato il pragmatismo che contraddistingue tutti i Britannici, royals compresi, non ho dubbi che il problema se lo fossero posto prima delle nozze, e probabilmente risolto.

Questa sera l’intervista sarà trasmessa in esclusiva per l’Italia sul canale 8 del digitale terrestre; io però darò la mia preferenza a Downton Abbey sul canale 29. Lady Violet rules!

10 pensieri su “Breaking News!

  1. E lady Violet sia. Io resto sempre stupita da come sua facile scordare la metà bianca di Meghan, come se non contasse affatto. Probabilmente questo fa meno notizia .

    "Mi piace"

    • Quello che mi lascia molto perplessa è il fatto che, almeno per lamia ridotta esperienza, spesso le persone frutto di due razze tendono a privilegiarne una. Obama, ad esempio, è più black che white, e ha sposato una donna nera. Francamente mi sfugge tutto il coinvolgimento di Meghan con la comunità black, che invece l’ha eletta a sua eroina. Che ti devo dire, magari mi sbaglio.

      "Mi piace"

  2. Cara Lady Violet,
    che dire: la regina è una gran signora e un’abile diplomatica e forse, autenticamente, non vuole rompere in modo definitivo la relazione affettiva con Harry, lasciandogli la porta aperta, per ogni evenienza. A molti sembra fredda, ma è solo una signora ultra novantenne educata a non esibire i propri sentimenti, cosa assai inusuale in tempi in cui, parlando e scrivendo, il pronome più utilizzato è IO e tutti si sentono autorizzati a dare valore di verità assoluta ai propri sentimenti e risentimenti.
    Meghan: può essere che abbia una sensibilità esacerbata per tutto quello che concerne la sua appartenenza etnica e interpreti in chiave razzistica qualunque critica o osservazione anche innocente. O cose apparentemente non offensive, come la spilla del gioielliere Nardi con il Moro di Venezia indossata dalla principessa Cristina di Kent, come a suo tempo da Grace di Monaco. Le ho sempre trovate bellissime e ne avrei volentieri comperata una. Ma continuo a pensare che abbia utilizzato quest’arma come la più velenosa, soprattutto quando dice che non dirà CHI ha fatto delle osservazioni razziste, lasciando così campo libero a tutte le speculazioni. E su alcune cose mente, come dice, con grande eleganza, anche the Queen.
    Harry: ci si chiede quanto gli possa fare bene, in termini di salute mentale, avere accanto una persona che amplifica i suoi vissuti persecutori e certamente non lo aiuta a fare i conti, in modo meno devastante, con il trauma della perdita della mamma. Questa ossessione verso i tabloid potenzialmente “assassini” mi pare veramente non sana, o potrei meglio dire, insana.
    Carlo: meno male che ha accanto una donna equilibrata come Camilla, il calice che deve bere è assai amaro e veramente ingiusto. L’adulterio non è un delitto da pagare tutta la vita e la sua prima moglie, oltre che totalmente inadatta a lui, non era certo una santa, ma una persona con i suoi pregi ma anche molti difetti. E se vogliamo riconoscere che tutti i personaggi implicati hanno sofferto dei traumi gravi, credo che anche l’infanzia di Carlo meriti riconoscimento e rispetto.
    Aspetto di leggere altri commenti e soprattutto i tuoi, Lady Violet

    "Mi piace"

    • Mia cara, con la tua riflessione su Carlo sfondi una porta aperta, penso veramente che in vita sua abbia dovuto sopportarne tante, uscendone spesso male, e questa poteva essergli risparmiata. Quando fu annunciato il fidanzamento tra Harry e Meghan, l’aspetto che mi lasciava più perplessa era l’unione tra due persone provenienti da due famiglie fortemente disfunzionali, per cui mi chiedevo, e mi chiedo, nel momento in cui uno dei due avesse bisogno di un particolare sostegno, se l’altro sarebbe in grado di darglielo. Che è invece una delle ragioni per cui secondo me il matrimonio di William funziona: la famiglia di lei, solida e unita, può avere un ruolo utile nel sostenere e rafforzare entrambi.

      "Mi piace"

  3. Io devo ancora riprendermi e, come te, mi prenderò un po’ di tempo per digerire l’insieme. Posso dire che sul primo momento mi sono sentita allibita da quello che hanno detto e come l’hanno detto. In particolare quando Harry dice che era in trappola e, a precisa domanda di Oprah, dichiara che sorridere e salutare e stringere le mani era solo dovere. Ma non vale lo stesso per tutti coloro che hanno un ruolo pubblico? Vorrei chiedere al povero principe “E i medici e le infermiere e i poliziotti che fanno turni pesanti e nonostante questo devono trovare la forza di essere gentili con chi si rivolge a loro? Perfino un semplice cameriere o una commessa a volte si deve sforzare e sorridere quando non ne hanno nessuna voglia. Sono tutti in trappola? Abbiamo tutti bisogno di essere salvati?” Boh.

    "Mi piace"

    • Pensa quelli che a suo tempo hanno ricevuto quei sorrisi e quelle strette di mano, come si saranno sentiti a sapere di essere stati un peso… E pensa gli uomini della sua security, quando lui si travestiva da nazista o giocava a strip poker…

      "Mi piace"

      • In effetti ho pensato proprio a quelle persone che l’avevano incontrato, magari provando grande aspettativa nell’attesa e la gioia e l’orgoglio di avergli parlato o anche solo averlo salutato! Veniva descritto come simpatico, gentile, alla mano, così spontaneo. Stai a vedere che ad avere il vero talento per la recitazione è lui e non la moglie! Comunque tanto di cappello al lavoro dell’intero staff reale per avergli cucito addosso un’immagine così credibile! Altro che gli attuali PR della coppia! Quanta delusione e quanta amarezza stanno lasciando dietro di loro e purtroppo non credo che si fermeranno ancora.

        "Mi piace"

      • Un’uscita veramente infelicissima, mi ha fatto pensare come, al di là della simpatia personale, fosse sostanzialmente alla vita royal, altro che never complain never explain… Penso che in molti ci siamo innamorati di quel ragazzino disperato che seguiva la bara della made, e nel corso degli anni, complici anche la sua simpatia e il suo carisma, lo abbiamo rivestito di un abito che non era il suo. Ora il carisma è un po’ appannato, e lui sembra più un ragazzino petulante; naturalmente gli si augura che trovi la sua strada e la sua felicità, ma non è accettabile che, nel caso, il conto lo debbano pagare altri.

        "Mi piace"

  4. Sinceramente io ho sempre preferito il fratello maggiore e non tanto per l’aspetto che aveva all’epoca, piuttosto per quell’aria di discreta timidezza che si portava dietro ad ogni uscita. Mi dava l’idea di essere pieno di gente ma in sostanza abbastanza solo. Harry trasmetteva allegria ma c’era sempre qualcosa di lui che disturbava, anche da grande. Mi viene in mente un episodio di parecchi anni fa, penso avessero sui 30 anni circa, in cui entrambi si erano prestati come volontari di un centralino per una raccolta fondi (sotto gli occhi di fotografi e telecamere) ed Harry sembrava “sfottere” il fratello maggiore, ma pubblicamente, facendogli pesare il fatto che senza dubbio all’epoca William non possedeva la capacità immediata di scherzare con le persone, che è sempre stata il punto di forza del fratello minore. In quel momento tutti l’avevano presa per una sfida tra di loro però ricordo che aveva lasciato una sensazione di fastidio. Ed è tornato in testa in questi giorni. Secondo me qualche segnale sull’atteggiamento c’era già ma nessuno ci ha fatto caso più di tanto.

    "Mi piace"

    • Io parlo per me, ma penso che come me molte fossero innamorate di quel ragazzino disperato dietro la bara della madre, che poi era diventato quel nipote allegro e sfrontato che è croce e delizia di ogni zia dal tempo delle sorelle Materassi. Penso che, come spesso accade negli amori in generale, e in quelli platonici in particolare, abbiamo rivestito l’oggetto della nostra predilezione delle caratteristiche che ci sarebbe piaciuto che avesse, e che lui non si sognava (giustamente) di avere. Penso che Carlo conosca la fragilità del figlio e ne sia preoccupato ma, proprio come successe con Diana, una volta uscita dalla sua sfera di influenza successe il patatrac. Speriamo che questa volta comunque vada meglio, e che l’autonomia, il matrimonio, la paternità. lo facciano felicemente maturare. Quanto a William, ha raccontato che il giorno del funerale della madre, si teneva la frangia dei capelli davanti al viso come se potesse proteggerlo da tutta quella gente che lo scrutava. Saperlo mi ha molto intenerita.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...