To go or not to go

Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente? Nel caso dei Sussex direi che la loro assenza di solito attira l’attenzione, mentre è abbastanza difficile immaginarli in disparte. E comunque questa volta non andranno. Dove? Ora vi dico.

Ricorderete che lo scorso 1 luglio, giorno in cui Diana avrebbe compiuto sessant’anni, William e Harry brevemente riuniti inaugurarono una statua dedicata alla madre nel Sunken Garden, a Kensington Palace (Breaking News – Di&Kids). Per celebrare l’opera e la memoria della principessa era previsto anche un party, naturalmente per un gruppo selezionatissimo di ospiti, che fu rimandato, e il disvelamento dell’opera avvenne dinnanzi a pochi intimi della principessa scomparsa, tra cui le sorelle Sarah e Jane, e il fratello Charles. Il party fu dunque rimandato a settembre, e poi ancora rinviato fino alla data definitiva, fissata per il 19 ottobre. Per qualche giorno ci si è chiesto se i Sussex sarebbero intervenuti, magari cogliendo l’occasione per far conoscere la piccola Lili ai parenti inglesi, e far loro incontrare di nuovo Archie, assente dal suolo britannico da quasi due anni. Ora invece c’è la certezza; Harry e Meghan non ci saranno. Però ci sarà – e come potrebbe mancare – Elton John, grande amico di Diana e protagonista di un’emotiva performance al suo funerale. (Lady Violet a sua volta non sarà al party se non virtualmente, ma vi proporrà un’analisi approfondita della statua di Diana).

Si parla però di un possibile Natale inglese per i duchi e i loro bambini, che potrebbero approfittarne per celebrare (o almeno organizzare) il desiderato battesimo a Windsor alla piccolina di casa. Dunque per ora non vengono, ma non è escluso che verranno in un futuro prossimo.

Chi invece va, e probabilmente non vorrebbe, è il Duca di York, sul cui capo al momento pendono non una ma ben due spade di Damocle: da una parte l’azione legale promossa contro di lui da Virginia Robinson Giuffre per i presunti abusi sessuali, dall’altra il processo che inizierà a novembre contro Ghislaine Maxwell, amica, compagna, anima nera e chissà cos’altro del defunto Jeffrey Epstein. La figlia dell’editore Robert Maxwell – un altro che in vita ne ha combinate di ogni – non solo è colei che presentò a Andrew il magnate americano, ma per salvare il salvabile potrebbe fare rivelazioni e magari aggravare la situazione del duca. Nei confronti del quale si registra un’insolita presa di posizione dei fratelli: Charles Edward e Anne nel corso di un incontro avvenuto a inizio anno gli hanno intimato di ritirarsi a vita privata chiudendo definitivamente l’argomento.

Dunque l’unico posto dove può andare (almeno per ora) è a cavallo nel parco di Windsor, sotto l’ala protettrice (e i milioni pe le spese legali) di mammà.

(Ph: Jim Bennett)

Che oggi per la prima volta, dall’inizio della pandemia non ha santificato la domenica in privato ma è andata a messa nella piccola Royal Chapel of All Saints all’interno del parco di Windsor, dove a luglio dell’anno scorso la nipote Beatrice sposò il suo Edo.

4 pensieri su “To go or not to go

  1. Mi sembra una nota stonata il fatto che il duca di York sia presente al party. Certo Lady D era sua cognata e la madre dei suoi nipoti ma comunque è una scelta discutibile, visto il momento. Harry e Meghan forse vorrebbero davvero partecipare ma c’è molto esercizio di PR. Non è la prima volta che viene lanciata una notizia e poi lasciata lì per osservare la reazione pubblica, con il risultato finale che – più di una volta – viene comunicata la smentita. È una strategia collaudata delle agenzie di pubbliche relazioni, per quanto ne so e vale in generale, non solo per loro. Lasciando perdere i negativi a qualunque costo, molti tra i commenti che ho letto su internet erano decisamente contrari al loro arrivo. E sono ancora più contrari all’idea di averli al Giubileo di Platino della Regina. Certo gli inviti del palazzo e i movimenti dei Sussex non li decide la gente comune né chi scrive sul web. Ma immagino che prima di tornare nel Regno Unito vengano valutate anche queste cose. Idem l’ipotesi di tornare per Natale. Vediamo se fra un mesetto arriva la notizia opposta oppure la conferma.

    "Mi piace"

    • Cara Sabrina perdonami, mi sono espressa male. Non intendevo che Andrew di York andrà al party, ma che deve “andare” nel senso di togliersi di mezzo, almeno per un po’. Io poi ho l’impressione che questo allontanamento rischi di diventare definitivo, ma lui veramente è indifendibile. Quanto alla comunicazione che coinvolge i Sussex mi sembra che ormai gli attori in commedia siano tre: loro, principalmente concentrati sul loro brand e sul far valere le loro ragioni; la Royal Family, con la doppia funzione di tutelare la famiglia e (soprattutto) l’istituzione; buona parte della stampa, che ha ancora altri obiettivi. Una situazione delicata e complicata, ma che assai interessante.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...