Le foto del giorno – Independence Day

Non saprei dire se sia un metamesaggio, visto che il 4 luglio gli Statunitensi celebrano la firma della Dichiarazione d’Indipendenza dal sovrano britannico, ma i Sussex – in vacanza per qualche giorno in Wyoming, terra di splendida natura e di grandi parchi, tra cui il celeberrimo Yellowstone – lunedì scorso si sono goduti la parata dell’Independence Day.

Con loro – che è poi la ragione di questo post – c’era il treenne Archie, un po’ imbronciato nonostante il leccalecca. E come dargli tort, la parata è durata un paio di orette! La famigliola si trovava nella cittadina di Jackson Hole, notissimo centro sciistico – e sfondo di alcuni famosi film western – dove hanno casa anche Harrison Ford e Sandra Bullock.

Sappiamo che i Sussex erano in compagnia dell’istruttrice di pilates di Meghan, tale Heather Dorak, con i suoi figli; non sappiamo invece se del gruppo facesse parte anche la piccola Lili, o se sia rimasta a casa con nonna.


Ora diciamo la verità, questa parata sarà anche allegra e colorata, ma non può reggere il confronto col rutilante spettacolo e l’impeccabile coreografia delle manifestazioni British, a partire dal Trooping the colour. Va detto però che Harry – cappellino da baseball su maglietta e bermuda grigio tristezza – sembra piuttosto a suo agio con l’American way of life.

P.S. le foto sono un’esclusiva del Daily Mail, che le ha pubblicate ieri. Il viso del bambino è stato oscurato, anche se online si possono vedere le imnagini in chiaro. Lady Violet ha preferito non pubblicarle ptoprio; non mancheranno occasioni per vedere il faccino di Archie.

La foto del giorno – I royal wedding non finiscono mai

Lei è Iman bint Abdullah, ha 25 anni, è la figlia secondogenita, (e prima femmina) dei sovrani di Giordania. Lui è Jameel Alexander Thermiotis, e ha due anni più di lei; la corte hashemita ha appena annunciato il loro fidanzamento.

La madre di lei, Rania, ha pubblicato un post entusiasta per la bella notizia: Congratulazioni carissima Iman; il tuo sorriso è stato sempre un dono d’amore che ho adorato sin dal giorno in cui sei nata. Auguro a te e a Jameel una vita piena di amore e risate! Sarà pronta la bella e fascinosa regina al nuovo ruolo di futura suocera, e magari presto anche quello di nonna?

Di Iman sappiamo che ha frequentato The International Academy ad Amman per poi laurearsi in Sociologia alla Georgetown University, ateneo prestigioso, privato e pure cattolico; poche invece finora le notizie sullo sposo. Le prime informazioni lo danno nato a Caracas ma di assai probabili origini greche; non è presente sui social – o se ne è prudentemente allontanato in tempo utile – e lavora come managing partner per un fondo d’investimento a New York. Viene dunque da quel mondo della finanza che in questi anni ha fornito parecchi sposi più o meno reali. Vedremo mai una royal lady sposare un dentista?

Iman e Jameel di sono fidanzati ufficialmente ieri al cospetto della famiglia di lei, il solitaire ha raggiunto trionfalmente l’anulare della futura sposa e ora non ci resta che aspettare le nozze; fateci sognare che ne abbiamo un certo bisogno.

Le foto del giorno – Dove eravamo rimasti

Dove eravamo rimasti? I meno giovani tra i miei lettori ricorderanno Enzo Tortora pronunciare questa frase tornando alla guida della sua trasmissione dopo la drammatica vicenda giudiziaria che lo vide, innocente, coinvolto dalle false accuse di testimoni di moralità e affidabilità non esattamente cristalline.

Nelle ultime settimane ho pensato spesso che mi sarebbe piaciuto riprendere l’attività del blog usando come incipit proprio questa frase, e il caso ha voluto che ben si adattasse anche ai protagonisti del post di oggi: le Loro Altezze Serenissime i Principi di Monaco, che da qualche tempo – più o meno coincidente con la mia assenza, ma naturalmente è solo un caso – compaiono di nuovo insieme.

E hanno deciso di donarci questo ritratto perché oggi, 1 luglio, se per tutti i royal watcher è il giorno in cui Diana Principessa di Galles avrebbe compiuto 61 anni, è anche l’anniversario di nozze di Albert e Charlène, che si sposarono civilmente nella Sala del Trono di Palazzo esattamente 11 anni fa, e col rito religioso il giorno seguente. (In verità oggi festeggiano 27 anni di matrimonio anche Pavlos e Marie Chantal di Grecia, ma si sa che ubi major…).

Mano nella mano, lui in blu d’ordinanza – giacca sempre un po’ stretta e pantaloni meno lunghi del solito – con una cravatta da quasi sposo, simile a quella indossata quel giorno. Lei in splendida forma, i capelli cortissimi su un viso decisamente più rilassato, con un abito (Vuitton) in stile peplo turchese che invece non ricorda affatto il completo pantaloni Chanel con cui divenne una princesse, però ne sottolinea il fisico statuario.

Ormai abbiamo capito che sono così, la spontaneità non è la loro cifra, e lo hanno dimostrato anche qualche giorno fa durante il viaggio in Norvegia insieme ai gemelli, sulle orme dell’avo Albert I. La coppia si è scambiata un bacio che immaginiamo avrebbe dovuto sottolineare la ritrovata armonia coniugale. Che dire, non si vedeva tanta passione dall’ultimo incontro dei Sussex coi parenti inglesi.

Ora attendiamo con una certa curiosità i prossimi eventi del Principato: il tradizionale Gala della Croix Rouge – evento clou dell’estate – quest’anno eccezionalmente preceduto dal Bal de la Rose che, inizialmente previsto per il 19 marzo e rinviato per la situazione sanitaria, si terrà venerdì 8 luglio. Potremo così verificare la fondatezza delle voci che immaginano un accordo tra le parti teso a ridurre al minimo la coabitazione tra la sposa riluttante e la sorella efficiente (per tacere della ex invadente).

Insomma, tutto è bene ciò che finisce (e ricomincia) bene.

La foto del giorno – Happy Father’s Day!

Nel Regno Unito la festa del papà si festeggia oggi, e rapida ed immancabile giunge da Kensington Palace la foto che celebra la giornata.

Fotografia non realizzata per l’occasione né particolarmente recente, essendo stata scattata lo scorso autunno durante un breve viaggio in Giordania. Allo stesso contesto apoarteneva anche l’immagine che i Cambridge usarono per gli auguri di Natale (La foto del giorno – Happy Hot Christmas!), come potete facilmente notare dagli abiti indossati da William e dai bambini.

Che i piccoli principi siano carini e simpatici è cosa che ci ripetiamo ogni volta che li vediamo, ma questa foto suggerisce a Lady Violet qualche piccola riflessione ulteriore: i tre sembrano avere ereditato la risata franca, a tratti piacevolmente sfrenata della madre, stanno probabilmente attraversando quella fase in cui si lavano i denti otto volte al giorno, e Louis di piazza saldamente al vertice della piramide familiare. Prudentemente ancorato alle orecchie paterne, che non saranno sontuose come quelle di nonno Charles, ma si difendono bene.

P. S. Non c’entra nulla né coi padri né coi Cambridge, ma dopo quasi un mese di ricovero si profila un ritorno di Lady Violet sul sofà; grazie a tutti per il sostegno sollecito e affettuoso.

La foto del giorno – Lili!

Ladies & Gents, ecco a voi Miss Lilibet Diana Mountbatten-Windsor in tutto il suo splendore di unenne.

Non avevamo ancora mai vista la piccola se non in un gruppo di famiglia e finalmente possiamo ammirare gli incroci della genetica, che hanno fornito una deliziosa capigliatura rossa anche a lei, a incorniciare il visetto tondo. Il sangue Spencer rules!

La bimba è stata con genitori e fratello nel Regno Unito per celebrare il Platinum Jubilee della bisnonna, che ha finalmente incontrato insieme con il resto della famiglia britannica. Ha anche festeggiato il primo compleanno con un piccolo party nel giardino di Frogmore Cottage, residenza British dei Sussex, e qui è stata scattata la foto, dall’amica Misan Harriman, che l’ha poi pubblicata sui social.

Lili è già tornata a Montecito con i suoi, e nulla è ststo rivelato su un eventuale battesimo. Una festa alla volta!

Cari lettori

Al termine di un periodo complicato per la salute sono stata ricoverata d’urgenza in ospedale, dove ora mi trovo.

Lady Violet on potrà seguire in diretta il Platinum Jubilee, ma ci rifaremo! Intanto vi dedico lo straordinario omaggio del National Heritage a Sua Maestà: 7 immagini, una per ciascun decennio di regno, proiettate sui monoliti di Stonehenge.

Tre urrá per Elizabeth!

Le foto del giorno – Elizabeth & her line

Accompagnata dal figlio minore Edward – cui speriamo vengano riconosciuti tangibilmente la fedeltà e l’impegno nei confronti della FirmHer Majesty è arrivata a sorpresa alla stazione di Paddington per l’inaugurazione della Elizabeth line.

I treni contrassegnati dal logo viola (scelta eccellente!) inizieranno a viaggiare la settimana prossima; collegheranno la capitale con l’aeroporto di Heathrow e le contee vicine, e si stima che trasporteranno annualmente duecento milioni di viaggiatori. Se vi sembra di aver già sentito parlare di Elizabeth line, dobbiamo tornare indietro di sei anni, quando il progetto fu presentato a Sua Maestà in occasione del novantesimo compleanno.

In quella occasione la sovrana era in glicine intenso, in nuance con il logo; oggi invece ha scelto il giallo sole, luminoso e allegro come il suo sorriso: pardessous in crêpe di lana Stewart Parvin e cappello con rose azzurre Rachel Trevor Morgan, già indossati in precedenza. Sulla spalla una spilla in diamanti e oro giallo (giallo su giallo, che chic!): la Singapore Shield. Rappresenta un uccello del paradiso realizzato con una particolare tecnica a filigrana, e fu un dono del presidente fi Singapore per il Diamond Jubilee del 2012.

Un addetto al servizio ha fornito a Sua Maestà una oyster card (la carta ricaricabile che consente di viaggiare sui mezzi pubblici londinesi) e le ha spiegato come usarla e come controllare il credito. Oh nice, splendid ha risposto lei.

La visita della sovrana non era stata preannunciata, ed è stata confermata solo un’ora e un quarto prima. È stato necessario dunque cambiare velocemente la targa da scoprire, che portava il nome del Conte di Wessex.

Edward si è dovuto accontentare di scortare la madre, poi è salito a bordo del treno e ha compiuto in anteprima il viaggio da Paddington a Tottenham Court Road e ritorno, quest’ultimo viaggiando nella cabina di guida insieme alla conducente, miss Carinne Spinola.

Tutti a bordo, il viaggio del Platinum Jubilee è iniziato!

Breaking News! – Lei c’è

Iniziano i festeggiamenti ufficiali per il Platinum Jubilee, e la Regina non manca!

Wuesta sera la sovrana partecipa al Gallop Through History ultima di quattro serate dedicate agli sport equestri, cuo hanno partecipato in sua rappresentanza altri membti della Royal Family. Come accaduto l’altro giorno per il Royal Windsor Horse Show, Her Majesty è arrivata in auto all’interno dell’arena, e ha poi raggiunto il suo posto aiutandosi con un bastone. Anche in questa occasione è stata accolta dall’applauso dei quattromila ospiti presenti, tra cui Dame Helen Mirren, che può essere considerata un po’ il suo alter ego, e Tom Cruise.

Anche la competizione per un dolce dalla ricetta originale è conclusa: la pasticcera amatoriale Jenna Melvin ha vinto col suo dolce al limone e amaretti.

Insomma è tutto pronto; che la festa cominci!

Le foto del giorno – La forza della passione

Poche cose sono più forti della passione, e quella di Sua Maestà è sempre stata l’equitazione. Perciò, dovendo dosare sforzi e uscite, questa settimane ha deciso di lasciare l’impegno ufficiale (e assai faticoso) dell’apertura del Parlamento agli eredi, e oggi si è concessa una giornata piacevole al Royal Windsor Horse Show, dove è stata accolta da una standing ovation.

La Regina è arrivata in auto (questa volta non guidava lei) a bordo della quale ha osservato i cavalli per un’oretta; poi ha raggiunto il suo posto appoggiandosi a un bastone, e si è seduta in prima fila. Alla sua sinistra, Edward e Sophie di Wessex, alla destra la fida Penny Knatchbull.

(Ph: Getty Images)

Her Majesty non ha potuto nascondere un’espressione di pura delizia ricevendo il trofeo per il primo posto ottenuto da uno dei suoi pony delle Highlands.

(Ph: Getty Images)

E ha manifestato tutto l’orgoglio di nonna guardando la nipote Louise seguire le orme del nonno Philip alla guida della carrozza che gli apparteneva.

(Ph: REX)

In fondo, la felicità è una cosa semplice.

Breaking News! Soste e traguardi

Domani è il giorno dell’apertura formale del Parlamento britannico, e per la prima volta in quasi 60 anni la Regina non sarà presente. Buckingham Palace rende noto che Sua Maestà soffre ancora di occasionali problemi di deambulazione per cui, sebbene con riluttanza, ha accolto le indicazioni dei suoi medici e ha rinunciato.

Il suo discorso – il più importante dell’anno e l’unico che non scrive lei ma il Prime Minister – verrà letto al suo posto dal Principe di Galles, che sarà accompagnato dal figlio William, Duca di Cambridge. Il primo e il secondo in linea di successione sono membri del Consiglio di Stato (in effetti sono gli unici due praticabili, ne abbiamo parlato qui I Viceré) e le autorità competenti hanno accolto la richiesta della sovrana e acconsentito alla sostituzione. Prevista anche la presenza di Camilla, Duchessa di Cornovaglia.

Nonostante questa sosta forzata, Sua Maestà ha raggiunto un altro traguardo: il suo regno ha battuto per durata quello di Johann del Liechtenstein, lungo 70 anni e 91 giorni, e ora è sul podio: la precedono le Roi Soleil, Louis XIV (72 anni e 110 giorni) e Bhumibol – Rama IX di Thailandia (70 anni e 126 giorni. Scommettiamo che tra poco sarà medaglia d’argento?