Celebrating a Royal Birthday

C’è un modo migliore di festeggiare il settantesimo compleanno del futuro Red’Inghilterra (e Scozia e Galles ecc) che organizzare un Afternoon Tea? No, non c’è, o almeno non mi viene in mente dunque Ladies&Gentlemen tea is served! Charles afternoon tea In ossequio ai gusti del festeggiato nelle tazze fuma un Darjeeling, che se viene chiamato lo champagne dei tè una ragione ci sarà.

Si comincia col più classico dei sandwich britannici, quello al cetriolo (cucumber); la ricetta originale prevede che il pane sia spalmato di cream cheese, ma questi sono fatti à la mode de Lady Violet, e sono francamente squisiti. E sono pure serviti su un piatto della Chelsea Porcelain come quella che si usa a Clarence House!Charles afternoon tea sandwiches 2 Siccome i cucumber sandwich sono gustosi e leggeri e scompaiono rapidamente, arrivano di rinforzo dei piccoli fiadoni. Sono panzerottini ripieni di formaggio tipici della cucina abruzzese. Secondo la tradizione andrebbero preparati per pasqua, ma sono così appetitosi che ormai si mangiano tutto l’anno, e sono un omaggio al Principe di Galles, che ama il formaggio; li adorerebbe!

Charles afternoon tea cakeChe afternoon tea sarebbe senza scones? Sono una sorta di piccoli panini, dolci ma non troppo, perfetti con il curd o la marmellata (ma sono così buoni che si mangiano anche da soli). L’abbinamento classico è con la clotted cream – una sorta di panna rappresa introvabile in Italia – e la marmellata di fragole. Si trova invece ormai piuttosto facilmente il lemon curd, una crema al limone e burro semplicemente sublime; siccome però la ricetta è facilissima fatela voi, il sapore è molto migliore di qualunque prodotto industriale, anche se di altissima qualità.

Per finire si torna in Abruzzo con la golosissima torta bocconotto, un guscio di pastafrolla ripieno di un impasto di mandorle e cioccolato. No, questa non l’ho fatta io, l’ho solo decorata (e direi che si vede!).

Lady Violet saluta e torna dai suoi ospiti, per voi qualche ricetta da provare per convertirvi al più british dei riti.

Cucumber sandwich: fondamentale avere l’apparecchio per affettare i cetrioli in fettine sottilissime che vanno messe in uno scolapasta e irrorate di aceto di mele. Aggiungete un po’ di sale e una macinata di pepe, mischiate il tutto e lasciate riposare. Nel frattempo imburrate le fette di pane da sandwich con burro salato, cospargetene la metà con abbondanti fettine di cetriolo coprite con l’altra metà, avvolgete in tutto in un panno inumidito e mettete in frigorifero. Al momento di servire, tagliate via la crosta del pane (se c’è) tagliate i sandwich nella misura desiderata e servite.

Scones: delle varie ricette provate la migliore è questa, con la raccomandazione di aumentare la dose di farina, perché così non è sufficiente http://www.cavolettodibruxelles.it/2007/08/roses-sultana-scones

Lemon curd: ancora quella del cavoletto (nello stesso sito ne trovate anche fatte usando altri frutti, provate!) http://www.cavolettodibruxelles.it/2006/10/cremina-inglese-per-dita-golose

 

Celebrating a Royal Birthday – preview

A quest’ora vi immagino davanti al vostro caffè, prima di affrontare il pomeriggio.

Chez Lady Violet invece è tutto pronto per l’afternoon tea, con cui si celebrerà anche da questo lato della Manica il compleanno del Principe di Galles. charles afternoon tea table La tavola è pronta in attesa degli ospiti che si godranno il menù abrubritish, specialità della casa. Segue descrizione, come fanno i blog seri.

La tovaglietta in pizzo al tombolo è di famiglia, il samovar inglese in Sheffield, primi del ‘900, le tazze fanno parte di una collezione: tutte diverse ma tutte decorate con rose – quella monocroma, che ha dato inizio al tutto, era della nonna Giulia – i cucchiaini non si vedono ma fanno parte di un servizio liberty d’argento, ereditato (che fortuna!).

La foto del giorno – 4 settembre

Archiviati i festeggiamenti per le nozze d’oro, la regina Sonja di Norvegia ha invitato a Palazzo Reale per l’Afternoon Tea alcune immigrate.

Queen-Sonja tè palazzo reale

Come già in due precedenti occasioni la sovrana (quinta da sinistra, in abito crema), ha riunito donne provenienti da culture e paesi diversi: Liberia, Eritrea, Malaysia, India, Somalia, Iran, Afghanistan, Pakistan, Siria, Guatemala, Pakistan. Tutte le ospiti sono coinvolte in progetti di integrazione nel paese scandinavo, e incontrandosi hanno potuto confrontarsi su esperienze, difficoltà e successi loro, delle loro famiglie e delle loro comunità. In fondo quanti problemi si possono risolvere davanti a una buona tazza di tè?

 

La foto del giorno – 22 agosto

La foto di oggi ritrae HRH The Duchess of Cornwall pronta per l’Afternoon Tea in uno dei saloni della sua residenza, Clarence House. La notizia però non riguarda lei, prendiamo in prestito una immagine di Camilla, ma le parole cui prestare attenzione sono Clarence House e Afternoon Tea.

MoS2 Template Master

Lady Violet è in missione per voi in terra albionica, e giovedì pomeriggio andrà alla scoperta di Clarence House, residenza londinese del Principe di Galles e di sua moglie, aperta al pubblico solo in agosto, quando i padroni di casa non ci sono. Salotti, foto di famiglia e oggetti personali, non siete curiosi di saperne di più? io sì!

Il pomeriggio si concluderà con il più classico degli Afternoon Tea al Ritz, come amava fare la Regina Madre, altra celebre residente di Clarence House. Saremo così pronti per affrontare le stagioni più fredde con una sezione del blog dedicata al rito del tè pomeridiano tra miscele raffinate, piccoli tramezzini e deliziosi scones. Basta con crostate e ciambelloni, portiamo un tocco di aristocrazia british nelle nostre case!

La foto del giorno – 11 agosto

Sabato d’agosto, infuria il solleone, Lady Violet vi immagina in ammollo o sotto l’ombrellone a sorseggiare un cocktail (o più prosaicamente, a scofanarvi una fetta di cocomero). Ma se fosse più fresco potreste optare per un classico afternoon tea, addirittura in compagnia di Her Majesty.

afternoon tea queen

Ebbene sì, la perversione di Madame Tussauds  (il famigerato museo delle cere di Marylebone) non conosce limiti, e vi offre la più eccentrica delle esperienze pararoyal. Al prezzo popolare di 15 sterline a cranio si può bere una tazza di tè accompagnata da tramezzini, scones e dolcetti. Aggiungendo sette sterline l’afternoon tea si trasforma in champagne tea, con un calice di bollicine. Naturalmente non proprio di champagne si tratta, ma di vino frizzante: finta la regina, finta la bevanda. Non oso immaginare cosa debbano essere i sandwich.

Fancy a cup of tea?