A Wimbledon si va in bianco

No, non è un banale doppiosenso, ma la regola inderogabile: a Wimbledon si scende in campo vestiti di bianco, punto. Presa dall’entusiasmo oggi la Duchessa di Cambridge ha interpretato estensivamente la norma e s’è presentata nel Royal Box vestita di bianco pure lei. Per la precisione, prima aveva fatto una sosta al Court 14, dove la britannica Harriet Dart, che occupa il posto 157 nella classifica mondiale, ha battuto l’americana Christina McHale. catherine wimbledon 19Chemisier bianco Suzannah, scarpe Gianvito Rossi, deliziosa borsetta Alexander McQueen come la cintura, che riprende con leziosa inutilità l’altrettanto inutile fiocchetto sulla spalla. Catherine è appassionata di tennis e non poteva mancare oggi, secondo giorno del torneo, in cui scenderanno in campo sia Serena Williams (contro la nostra Giulia Gatto-Monticone), sia Roger Federer. frederik wimbledonIeri invece a prendere posto nella tribuna del Centre Court, è stato il principe ereditario di Danimarca, Frederik. wimbledon 19E con lui un vero parterre des rois schierato in prima fila: il tre volte campione del mondo di F1 Jackie Stewart (secondo da sinistra), e il Duca di Kent (al centro della fila) presidente di All England Lawn Tennis and Croquet Club, che organizza il torneo.

La foto del giorno – 2 luglio

La foto di oggi si riferisce… a ieri, ma non potevo fare a meno di proporvela. Come sapete, ieri sarebbe stato il compleanno di Diana, Princess of Wales (noi ne abbiamo parlato qui A Royal Calendar – 1 luglio 1961 ) e un gruppetto di persone che ancora sentono forte il legame con la principessa scomparsa ha pensato di raggiungere Kensington Palace per un omaggio. Immagino succeda tutti gli anni, ma quest’anno i presenti hanno avuto una sorpresa.

A Kensington Palace visse Diana, sia durante il matrimonio con Charles sia in seguito, negli anni della separazione e del divorzio; nell’edificio, chiamato il condominio reale, vive oggi William con la sua famiglia, ed è proprio lui che è uscito a salutare e ringraziare quanti avevano voluto ricordare la madre. william diana birthdayL’espressione del signore a sinistra è eloquente. Ottima mossa, nel solco della “umanizzazione” della Royal Family che è poi il lascito maggiore di Diana; d’altro canto penso che questo gesto contribuisca a portare questa vicenda in un ambito più familiare, allontanandola da quello regale. Credo che quando William salirà al trono i due aspetti si ricomporranno, le polemiche residue si stempereranno e Lady Di riposerà finalmente davvero in pace. Bravo William, well done.