Una novità e un ricordo

Qualche giorno prima di Natale la Maison Chanel ha annunciato di aver scelto la nuova testimonial: Charlotte Casiraghi.

Testimonial che ha l’incarico di passare definitivamente il testimone da Karl Lagerfeld, scomparso ormai quasi due anni fa (Adieu Karl) a Virginie Viard, che ha sostituito Kaiser Karl come direttore creativo Chanel. Charlotte non porta in dote solo la bellezza, ma una lunga consuetudine familiare con la maison, sigillata dalla grande amicizia tra sua madre e lo stilista tedesco.

E tutta vestita Chanel, ormai il suo marchio di fabbrica, declinato nel classico black&white, è comparsa la madre principessa sei settimane fa alla festa nazionale del Principato, un’uscita che ha fatto parlare soprattutto per i capelli, insolitamente grigi.

Poi non l’abbiamo vista più, ma oggi non possiamo fare a meno di dedicarle un pensiero, nel giorno che sarebbe stato il trentasettesimo anniversario del matrimonio con Stefano Casiraghi. Me lo ricordo bene quel giorno, quindici mesi dopo lo shock dell’improvvisa morte di Grace sulla Rocca tornava a splendere il sole; una grande felicità che finì in tragedia pochi anni dopo. Sarà per la giornata grigia e un po’ triste, ma ci penso da stamattina. Se anche voi oggi vi sentite un po’ così, questo è il post A Royal Calendar – 29 dicembre 1983.

4 pensieri su “Una novità e un ricordo

  1. Mi ricordo bene le foto ammalianti della coppia d’oro del principato. Era come se il detto finale delle fiabe si fosse finalmente avverato. Forse gli dei erano invidiosi e hanno concesso tanta perfezione per un tempo limitato. Non c’era foto che non sprigionasse un calore, un’estasi, un tripudio di felicità. Stefano era un timido ma alla fine si prestava. Me lo immagino oggi, il modo di fare da solido lombardo, con le tempie grigie, un braccio attorno alla vita di Caroline. Perché le mani si cercavano sempre oppure c’era contatto con gli occhi: sono i segnali di una unione riuscita. Auguri a Caroline, per sempre accanto a Stefano

    "Mi piace"

    • E’ vero, e poter invecchiare accanto alla persona amata è un dono distribuito con molta parsimonia. Per questo la sua serenità conquistata a prezzo duro, il rapporto con i figli, me la fa amare sempre. Una donna che ha accettato con grazia anche la sua sofferenza.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...