La foto del giorno

Se c’è un’immagine in grado di sintetizzare l’abisso insormontabile tra la natura femminile e la maschile è questa. Oggi la principessa ereditaria di Svezia, Victoria, completa di marito Daniel e bambini Estelle e Oscar ha assistito alla gara della Coppa del Mondo di Sci Alpino che si è tenuta nella località svedese di Åre. crown couplesAlla famigliola si sono aggiunti i principi ereditari di Norvegia, Haakon e Mette-Marit. Lasciati i bambini in mani sicure (voglio sperare) sci ai piedi, arriva il momento di fare la foto di rito. Ed eccoli qui tutti e quattro, con le due signore belle e allegre che guardano sorridenti l’obiettivo. E i loro mariti? Anche! Forse. Perché hanno pensato bene di non togliersi la maschera da sci. Riportando così alla memoria di Lady Violet un vecchio personaggio dei cartoni di non particolare successo: la mosca atomica.

Ancora Christmas cards (more or less)

Fermi tutti! A tradimento la famiglia reale belga ha diffuso un’altra foto per gli auguri di Natale. belgian royal-family xmasTra Elisabeth decollata, Philippe rassegnato ed Emmanuel che non ne può più quasi quasi preferisco quella piramidale, col principino di sguincio.

Ora sedetevi, perché arriva il momento horror. victoria xmas Victoria di Svezia, forse influenzata dal 75° compleanno della madre – o magari dal centenario della Prima Guerra Mondiale –  ci propone questa foto similseppia in cui la graziosa famigliola sembra il ritratto su una lapide. Dite la verità, non avete pagato il fotografo e quello si è vendicato! Una prece.

La famiglia reale olandese, cioè il ragazzone Willem-Alexander, la bella moglie Máxima e le tre bionde figlie di 15, 13 e 11 anni, ci fanno gli auguri così. Dutch-Royal-family xmas Per riprendermi mi ci vuole un panettone. Intero.

O magari assaggio uno di questi biscotti, preparati dai principi ereditari di Danimarca con i quattro figli. Una cosa semplice e natalizia, finalmente! https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=7AlXQluVp6A

La foto del giorno – 17 ottobre

La casa reale svedese ha diffuso un nuovo ritratto della principessa ereditaria Victoria con la sua famiglia.eredi svedesi Sempre bella e sorridente la principessa, deliziosa Estelle – che quanto a brio e disinvoltura se la batte con la piccola Charlotte – finalmente sorridente il piccolo Oscar. Però Lady Violet confessa un vago senso di disagio. Sarà il tremendo fondo greige? Saranno i capelli di Daniel, più incollati alla testa del solito (il famoso stile leccata di mucca)? Sarà il photoshop che toglie ogni ruga e ogni espressione dalla faccia di Victoria, rendendola pericolosamente simile al Joker nei fumetti di Batman? Sarà quel vestito che la ingoffa? O la seduta rigida che le fa sembrare perfino le caviglie più grosse? Insomma sembra evidente che l’autore di questa immagine sia un convinto repubblicano.

La fotografia, in formato monstre, accoglierà i viaggiatori nell’aeroporto di Arlanda – il più grande del paese scandinavo e uno dei maggiori d’Europa – come ha confermato, incapace di contenere il proprio entusiasmo, il direttore dello scalo Peder Grunditz. Veramente un benvenuto in allegria, di cui godrà tra poco anche la coppia ereditaria, al rientro dal viaggio in Libano e Giordania in cui è al momento impegnata.

La foto del giorno – 8 ottobre

I sovrani di Svezia Carl Gustav e Silvia, con la principessa ereditaria Victoria e suo marito Daniel, sono oggi in visita a Pau. La città dei Pirenei francesi nel 1763 diede i natali a Jean-Baptiste Jules Bernadotte, il Maresciallo di Francia che nel 1818 divenne re di Svezia, dando origine alla dinastia ancora sul trono che quest’anno festeggia il bicentenario. Swedish-Royals-Pau 2 Dopo l’inaugurazione del rinnovato Musée Bernadotte è prevista una sosta al Parc Beaumont dove il Re pianterà una quercia, replicando il gesto del trisavolo Oscar II, che nel 1899 piantò una magnolia.

Opinione personale: il bicentenario della dinastia sarebbe proprio l’occasione adatta per una bella abdicazione. Victoria sarà un’ottima regina, e suo padre potrebbe finalmente riposarsi, e sperare che su alcune opacità della sua vita personale scenda l’oblio.