Le foto del giorno – Natale a Monaco

Non è il titolo di un cinepanettone, ma potrebbe. Dal Palais Princier arrivano alcune immagini del Natale in famiglia, in discreta antitesi con l’algida fotografia ufficiale diffusa con parsimonia. Caratterizzata da un’atmosfera piuttosto fredda, sottolineata da una palette di tinte glaciali, ha generato parecchie perplessità, pari solo a quelle suscitate dalla scelta di Charlène, che ha indossato una mise in perfetta corrispondenza con l’albero, rami aghiformi compresi

Se anche voi siete tra i perplessi ho una notizia che vi rallegrerà: le foto di famiglia scattate a Natale intorno all’albero hanno tutto un altro spirito. Intanto sembra che Charléne, acconciati i capelli in una banana che avrebbe fatto l’invidia di Elvis, sotto l’albero abbia trovato un chihuahua, dono impegnativo e prezioso.

Cosa abbia ricevuto Albert non è noto, ma è fuor di dubbio che il più grande regalo che la vita gli abbia fatto sia questa doppia paternità in età matura, sicuramente più consapevole delle due che l’hanno preceduta.

Ecco la foto di gruppo: c’è Stéphanie con classico pullover natalizio, peraltro piuttosto sobrio; la imita Camille, la figlia minore, con una renna che non sfigurerebbe accanto a quella di Mr Darcy (non quello di Jane Austen, quello di Bridget Jones). C’è la nuora Marie, sempre sorridente mai elegante, paludata in una mise difficile da definire: cappotto? robe-manteau? vestaglia? chi può dirlo. Accanto a lei la cognata Pauline, secondogenita della ex principessa ribelle, che sarebbe la it-girl di famiglia: appassionata di moda, la disegna anche, con alterno successo; avrà creato anche questo insieme banalotto e un po’ goffo? Ultimo a destra, dopo la piccola Gabriella – non pervenuto il fratello Jacques – la poco natalizia Charlène, l’altrettanto sobrio Louis Ducruet, il Principe Sovrano. Si sarà vestito da Papa Noël per i suoi bambini? E quando esattamente, parcheggiata la renna in fondo alla stanza, avrà sostituito gli stivaloni foderati di pelliccia con un paio di rosse crocs?

Non me lo dite, ho capito, voleva omaggiare medici e infermieri impegnati nella lotta alla pandemia indossando le loro calzature da lavoro. Comunque sia, citando la scritta sul principesco, natalizio cappello, Joyeux Noël!

10 pensieri su “Le foto del giorno – Natale a Monaco

  1. In effetti la cartolina ufficiale lascia molto a desiderare. La vedrei bene per un’ illustrazione di un libro per bambini tipo “Piccole storie dal Regno dei Ghiacci Perenni”. Sarebbe assolutamente perfetta! Delle foto familiari invece amo l’espressione rilassata e divertita di Alberto con i gemelli. E pure la posa sgangherata dell’intera combriccola davanti all’albero…perché è normale, imperfetta e calda.

    "Mi piace"

    • Sono francamente perplessa da entrambe le versioni, a parte chiedermi quale sia il messaggio (noi non siamo come la nostra versione ufficiale? siamo semplici e veri?) nella foto di famiglia non riesco a staccare gli occhi dai ciabattoni di Albert.

      "Mi piace"

  2. Scusa ma nella prima foto Charlene ha fatto un trapianto di capelli? O ha usato quegli spray che usano gli uomini per nascondere un diradamento?? Vedo un’ombra scura al posto della rasatura.
    Poi, posso dirlo? A casa mia a Natale con le nostre camicette, la nostra bigiotteria eravamo di gran lunga più eleganti dei Grimaldi, ma ormai ci vuole poco, è come sparare sulla Croce Rossa.

    "Mi piace"

    • Io credo che lei abbia un taglio a caschetto che consente, pettinando i capelli dall’altro lato, di coprire la rasatura. Poi mi chiedo che senso abbia tagliare i capelli in una foggia che non è funzionale al ruolo che hai e va poi coperta. Non so, e continuo a chiedermi quale sia il messaggio. Siamo come voi? Ma non è vero, e la monarchia si regge proprio sulla diversità di alcuni, se siamo tutti uguali allora il regime adatto è la repubblica.

      Piace a 1 persona

  3. Ma perché pubblicare su un social media delle fotografie così brutte, dove tutti sono al peggio? Non contesto il diritto di lasciarsi andare nell’intimità della propria casa, anche quando è un palazzo, ma la scelta di ostentarlo.

    "Mi piace"

    • Auguri a te mia cara! All’incolpevole Gabriella stavolta l’hanno fatta davvero grossa, quell’abito tutto tulle mi fa pensare a quelli delle bambole che si tenevano sul letto o sul comò, grande passione di Moira Orfei e Orietta Berti. Quello che mi stupisce sempre negli abiti dei gemellini monegaschi e che manca uno stile, una logica di fondo: a volte punk, a volte rock, a volte molto casual, altre volte belle statuine. D’altro canto questo è il gusto (o la mancanza di) anche della madre, speriamo che crescendo si ribellino.

      "Mi piace"

  4. Un clan di tamarri, questo sembra. Con lo sfondo di una magione di prestigio. Togliamo un po’ di tappeti, di arazzi e mettiamo un po’ di chincaglieria così siamo più “naturali”. Poi mi dovete dire perché devono prendere un appannaggio per fare un lavoro di rappresentanza. BOH

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...