Un compleanno da re

Come festeggiate il vostro compleanno? Molti scelgono qualcosa di semplicemente piacevole: una cenetta con amici, una giornata alla spa, un weekend in un’altra città. Qualcuno si regala qualcosa di speciale, come un giro in mongolfiera o su una Ferrari. Lady Violet, sempre a caccia di esperienze originali, quest’anno se n’è andata un paio di giorni al pronto soccorso, ma il prossimo preferirebbe qualcosa di meno shocking, magari Capri.

Qualunque siano i vostri progetti, difficilmente potrete emulare King Charles III che per il settantaquattresimo compleanno, il primo da sovrano, si è regalato una lettera al Parlamento. Nella quale chiede di poter ammettere tra i Counsellors of State la sorella Anne, The Princess Royal, e il fratello Edward, Earl of Wessex. Come ricorderete, oltre al coniuge del monarca, i Counsellors sono i primi quattro maggiorenni nell’ordine di successione; in questo caso il Principe di Galles, il Duca di Sussex, il Duca di York e sua figlia Beatrice. Però Harry non risiede nel Regno Unito, come sarebbe necessario, e su Andrew stendiamo un pietoso manto. Più volte anche qui sul sofà abbiamo convenuto che Anne ed Edward sarebbero perfetti per il ruolo: indiscutibili la loro fedeltà al sovrano e l’impegno per la Corona. Insomma, potrebbe essere uno di quei casi in cui è il festeggiato a fare il regalo ad altri; in questo caso, innanzitutto al proprio Paese.

(Ph: Chris Jackson/Getty Images)

Bellissima la foto pubblicata per celebrare il compleanno del nuovo re, appoggiato ad una delle querce secolari del Windsor Grand Park, in una immagine che evoca le atmosfere della pittura inglese del Settecento. Sin dai tempi di Romolo la quercia è l’albero simbolo del re, della sua forza, della sua solidità, della sua stabilità.

Happy birthday, Your Majesty.

Il caffè del lunedì – Dress a Princess

In effetti bisognerebbe dire dress more than one princess, perché c’è un abito che negli ultimi tempi gode di una popolarità eccezionale tra principesse e affini.

Catherine

Sabato sera la Royal Albert Hall ha ospitato il tradizionale Festival of Remembrance. Signore come sempre vestite di nero con la Principessa di Galles apparecchiatissima con le perle di nonna. E una mise che aveva un’aria vagamente familiare. Abito midi Self Portrait, con giacca in crêpe e gonna plissé in chiffon bordata di pizzo, tutto puro poliestere in vendita a poco più di 400. Economico, ma fa la sua figura.

Madeleine

La settimana scorsa i sovrani di Svezia hanno visitato il Brasile, dove la regina Silvia – la cui madre era brasiliana – ha vissuto dai 4 ai 14 anni. Con loro la figlia minore Madeleine, che vive oltreoceano ed è la vicepresidente della fondazione istituita dalla madre per la protezione dell’infanzia, attività umanitaria che era uno degli scopi del viaggio. Giovedì sera Madeleine è stata fotografata a una cena benefica con questo abito. Colore avorio, giacca – in questo caso smanicata – e gonna plissé; stesso modello con variazioni.

Flora

Flora Ogilvy non è una principessa in senso stretto, ma i suoi trisavoli erano i sovrani del Regno Unito George e Mary, e la sua bisnonna una principessa di Grecia. Sua nonna è Alexandra di Kent, cugina prima della defunta Queen Elizabeth. Dunque a pieno titolo un membro della Royal Family allargata, e pure presente nell’ordine di successione al trono, anche se non proprio in pole position (credo sia cinquantanovesima). In tale veste il 19 settembre ha partecipato ai funerali della prozia regina, accompagnata dal marito Timothy Vesterberg. E indossava un certo un abito a giacca con gonna plissé in chiffon di Self Portrait.

Beatrice

(Ph: Chris Jackson/Getty Images)

Beatrice di York è indubbiamente una principessa, figlia di un principe reale dal comportamento non sempre principesco, nipote di Regina e ora di Re. Il 17 settembre, insieme con la sorella Eugenie e i sei cugini ha partecipato alla Grandchildren Vigili, la veglia dei nipoti alla salma della nonna. Sottile, elegante, mentre marciava verso il catafalco la gonna del suo abito si muoveva con grazia. L’ormai famoso abito con giacca e gonna plissé di chiffon. Firmato Self Portrait. L’avrà prestato lei alla cugina Flora?

A luglio Beatrice era andata in bianco: stesso abito, colore diverso, occasione diversissima; in questo caso un incontro dell’organizzazione non-profit 20:40, dedicata alle leadership del futuro.

Catherine, ancora

È il giugno, giorno del grande concerto dedicato al Platinum Jubilee della Regina. L’allora Duchessa di Cambridge indossa un abito color avorio: giacca bouclé e gonna in chiffon plissé di Self Portrait. Se a questo punto vi stavate chiedendo se si tratti di un completo giacca+gonna, nella foto si vede abbastanza bene che si tratta di un abito intero, un wrap dress: la parte superiore è un corpino modellato come una giacca, in bouclé o crêpe, la parte inferiore invece una gonna leggera. E si tratta di un riciclo, indossato la prima volta a settembre 2021 durante un ricevimento a Buckingham Palace.

Insomma, non sarà il classico tubino nero o il tailleur di tweed Chanel, ma chi ha disegnato questo modello ha messo a segno un colpaccio niente male.