News – Royal visit in Cheshire

E’ ufficiale, Givenchy è sbarcato alla Corte di San Giacomo. Dopo l’abito da sposa Meghan sceglie di nuovo la Maison francese (il cui direttore artistico al momento è la britannica Clare Waight Keller da Birmingham così anche il patriottismo è servito).

cheshire

Nella visita odierna nella contea di Cheshire (sì, quella del gatto) la Duchessa di Sussex indossa ancora la griffe fondata da Monsier Hubert per accompagnare Sua Maestà. In Givenchy dalla testa ai piedi (anzi, ai piedi no, le scarpe sono firmate Sarah Flint) Meghan sfoggia un cape dress di una bellissima tonalità di greige chiaro, che la illumina assai. Gli accessori neri definiscono graficamente il tutto. Confesso, l’abito non mi convince fino in fondo perché il coprispalle la ingoffa un po’ (e il tessuto si stropiccia veramente troppo) ma sono convinta che siamo sulla strada giusta e avremo grandi soddisfazioni.

 

cheshire 2

Sorridente e rilassata Elisabetta sembra abbia anche aiutato la neonipote con le regole del protocollo, dal canto suo la moglie di Harry ha già imparato il duchess slant, cioè il modo di sedere in pubblico incrociando le caviglie. Purtroppo non ha ancora imparato a non mostrare la fodera dell’abito, ma temo non sia colpa sua.

cheshire capelli

Un capitolo a parte si merita il parrucco. Meghan era senza cappello, evidentemente il dress code non glielo imponeva, ma i capelli così sciolti finiscono per diventare un problema perché tendono a perdere la loro forma, e lei ci si mette le mani troppo spesso il che, oltre a non essere particolarmente igienico, fa pure un po’ nevrotico.

Sublime as usual Her Majesty in verde lime, con la fida Launer questa volta a due manici e decorata da un vezzoso fiocchetto.

 

Long live the queen!

 

10 pensieri su “News – Royal visit in Cheshire

  1. A me gli accessori neri non convincono molto avrei preferito uno chanel gris sur gris. Quanto ai capelli tra Pocahontas , Cher, e Joan Baez…..meglio a Woodstock. The Queen regale, se a la sua età non incrocia le caviglie se po’ fa. E non ho mai visto una sua fodera

    Mi piace

    • Accessori in nuance sarebbero stati più chic. Il nero probabilmente è stato scelto per sottolineare l’aspetto grafico, che con un abito così squadrato ha un senso ma può essere anche un rischio. Le pecche però però per un abito di quel livello sono ancora troppa. Sui capelli, stendiamo un foulard.

      Mi piace

    • Sul fatto che Elisabetta si faccia stregare ho qualche dubbio… sicuramente considera le potenzialità della nuova nipote, che avrà un ruolo diverso da Catherine. Lei è la futura regina e osa di meno, risultando a volte meno spontanea.

      Mi piace

  2. Come salta all’occhio quel vestito sgualcito!!! E poi quelle gambette da fenicottero si notano ancora di più con quel coprispalle, le fa delle spalle da far invidia al più accanito dei bodybuilder.
    Come si dice in Abruzzo: ” Sì bell, ma non abbal”! (sei bella ma non serve)!
    The Queen is the TOP!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...